Condividi
Andare in basso
Narcissenoire
timido
timido
Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 06.04.18

Facciamo un pò di autoanalisi e analisi: la mia Narcisa

il Mer Lug 25, 2018 3:40 pm
In questo periodo ho letto molti articoli e visto video su Youtube che mi sono stati molto utili a rafforzare le mie convinzioni. Sono ben lontano dal trovare una soluzione ma come dire, la consapevolezza è già di per se un buon primo passo.
Molti articoli riportano i segnali e le fasi che ci inducono a farci capire che abbiamo a che fare con una narcisista.
1) IL LOVE BOMBING: All'inizio altro che rose e fiori. Io ero Dio in terra, adorato, adulato, vezzeggiato e coccolato. Certo già cominciavano le menzogne tra cene preparate da altri per me spacciate per sue, lei che non sa fare nemmeno un uovo al tegamino. Comunque nonostante le titubanze iniziali da parte mia proprio la sua devozione e il suo mostrarmi che ero per lei la cosa più importante al mondo mi hanno fatto rompere gli indugi. (così importante da sacrificare anche il poco tempo che aveva per stare con la figlia per dedicarsi a me. Ma anche questo oggi lo valuto come un segnale negativo, allora no.)
2) I GESTI APPARISCENTI: Dall'atteggiamento della donna autonoma ed emancipata che non deve chiedere nulla a nessuno, al ruolo della donna devota, disposta a mettersi in macchina a tarda sera e farsi 100 km per passare la notte con me), all'essere la donna più amichevole e disponibile con i miei amici. Tutti questi personaggi e mille altri ho dovuto vedere e subire nel corso degli anni.
3) Non AMMETTONO GLI ERRORI: anche quando hanno torto la colpa è vostra. Quante volte mi sono sentito dire: se i rapporti con i tuoi amici si sono logorati la colpa è tua che non hai saputo gestirli, se la tua famiglia ha rovinato i rapporti con te la colpa è tua che non hai mai voluto chiarire punto per punto gli sbagli che hanno fatto, non sai farti rispettare e perciò nessuno ti calcola (peccato che prima avevo amici di infanzia e buoni rapporti familiari e che oggi tendo a tenerli lontani per non dover litigare con lei e per difenderli dalla sua furia!) La mia Narcisa nel tempo ha assunto il ruolo della vittima, apparentemente inerte e inerme che povera, tutti avversano e maltrattano io compreso. Tutto, anche quello che non la riguarda neppure marginalmente è una gravissima offesa alla sua persona, utile ad alimentare odio verso gli altri e verso di me che non la ho mai difesa. Il bello è che a volte ci convinciamo, o almeno a me è accaduto di convincermi di essere quello sbagliato, colpevole. Attenti alle ammissioni di colpa, se dargli torto vuol dire crearsi problemi, dargli ragione è come dare una bella fetta di torta al suo ego: non c'è limite a quanto queste ragioni rivitalizzanti portino conseguenze nefaste. Peccato che essendo drogati di ego gli effetti durano poco.
4)SONO INVIDIOSI DEI RAPPORTI CHE HAI CON GLI ALTRI: All'inizio è tutto ma che bella famiglia che hai, e che begli amici, e che fantastici rapporti! Durerà poco! Narcisa ha demolito tutto come un rullo compressore. Mi ha isolato per meglio controllarmi e permette di avvicinarmi solo alle altre sue vittime consapevoli o inconsapevoli. Li può dare il meglio di se, inscenando teatri grandiosi per umiliarmi davanti a persone che le credono solo perchè la conoscono poco o perchè a loro volta ne sono vittime. Meglio ancora quando mi mette alla berlina davanti ai suoi (gli abusanti che la hanno ridotta così credo conoscendoli). Li dovento il topolino da portare ai padroni per far vedere come il loro animaletto è stato bravo a ghermirmi!
5) ESSERE PROTAGONISTI: Il suo profilo è un proliferare di citazioni (essendo vuota non scrive mai nulla di suo) religiose (ma quanto è buona), sul matrimonio (in cui mi tagga per farmi capire e far capire agli altri come dovrei essere), sui rapporti umani (ogni aforisma serve a far vedere quanto sia buona e giusta e quanto cattivi gli altri, a giustificare la rottura che alla fine tante sofferenze inflitte a lei diverrà inevitabile). Sta vivendo male il rispettare il patto di non mettere foto dei bimbi online su fb e so che presto romperà anche questo accordo! Il suo desiderio di ostentare la sua maternità è troppo grande! Io sono sbagliato perchè dico di farlo per tutelare bimbi e privacy mentre invece voglio nascondere al mondo le mie cose!
6)EMPATIA ASSENTE O CONDIZIONATA: Lei non è in grado di volere bene ne a se stessa ne agli altri. Non è in grado di percepire il dolore altrui o i momenti di disagio che gli altri vivono. Qualche giorno dopo le nozze morì mia nonna. Sapendo che era molto grave e prossima al trapasso chiesi e ottenni di rinviare di qualche giorno il viaggio di nozze. Mi sono sentito dire, e non mi capacito di come abbia sopportato e sopporti tuttora questa cosa, che io non ho alcuna considerazione del matrimonio dall'inizio perchè ho dato priorità alla nonna (la cui morte era nell'ordine delle cose naturali data l'età) e non alla partenza. Anche i miei (impegnati al capezzale della nonna) che non si presentarono alla promessa di matrimonio in comune non hanno dato importanza ne a me ne a lei che sin dall'inizio è stata rifiutata dalla mia famiglia. A volte si manifestano empatici ma diffidate. O è un nuovo love bombing verso una nuova preda (amicizie nuove, persone da affabulare perchè appena conosciute) oppure hanno uno scopo (se le va del buon S***o lo capisco appena arrivo a casa e mi vengono effuse baci e coccole. Negli altri giorni nemmeno il caffè).
7) MONOLOGHI AL POSTO DEI DIALOGHI: Non ricordo quante volte mi sono trovato e mi trovo a dire ma tu non ascolti, parli solo tu, mi interrompi sempre, come fai a capire ciò che dico se mi parli sopra. Alla fine ho rinunciato a parlare per non litigare. Ma litigo lo stesso perchè mi accusa di essere muto e di non voler dialogare).
Cool OH QUANTO SONO BELLO! in questo Narcisa mia è atipica. Veste sportivo e a volte in modo poco curato. Tutto studiato: il suo pezzo forte è: " sono una bella ragazza, tutti mi guardano anche con un jeans e una tshirt e senza trucco, figuriamoci se mi metto in tiro!" Peggio di così si muore, si è persuasa di essere talmente perfetta da poter anche rinunciare a migliorare il suo look!
9) I TUOI BISOGNI NON CONTANO: a meno che no n coincidano coi suoi e farà di tutto per farti credere che sia così! Puoi essere stanco morto ma se c' è qualcosa da fare che interessa a lei devi farla! Puoi essere a fine mese con il conto in riserva ma se una spesa è fondamentale per lei la devi fare! Non esiste ragione al mondo che valga più dei suoi desiderata, anche i più perversi e illeggittimi. Vi chiederanno l'impossibile e oltre solo per dimostrare che non siete in grado. Capita a me che non dovevo far famiglia perchè non ero in grado: ho un posto fisso, una casa dei miei a disposizione, mi ammazzo di lavoro per non farci mancare nulla, cucino, aiuto in casa, faccio la spesa, collaboro, le sono vicino nei problemi col suo lavoro o familiari! Non importa se lei non abbia mai fatto il contrario per me (se non in rari casi tutti volti a trovare nuovi spunti alle sue tesi!) Io per lei (ma chiunque altro) non sono in grado di soddisfare le sue esigenze!
... TO BE CONTINUE ...
avatar
Undefeated
attivo
attivo
Messaggi : 204
Data d'iscrizione : 03.06.18

Re: Facciamo un pò di autoanalisi e analisi: la mia Narcisa

il Gio Ago 02, 2018 6:57 am
Narcissenoire,

Trovo la tua illustrazione della personalita' narcisistica patologica al femminile assai accurata. Questo mi porta ad aggiungere un osservazione. L'NP nella sua particolare disfunzione, appiattisce l'individuo che soffre di questa patologia. Le differenze tra un NP ed un'altro sono piu' legate ai diversi gradi di gravita' della loro condizione, che altro. Mi spiego, il problema condiviso dalle narcisiste patologiche le porta a comportarsi tutte pressoche' in maniera identica, con strategie, abitudini e dinamiche identiche.

Ne deriva che se ne conosci una e ne capisci il comportamento a fondo diventa facile riconoscere tutte le altre. Non solo, visto che la patologia le "obbliga" a comportarsi tutte alla medesima maniera davanti alla stessa situazione o circostanza, diventano tutte estremamente prevedibili. Quando ci si rende conto di questo la nostra sofferenza come vittime diminuisce, in quanto ci si rende conto di quanto poco dipendano da noi e cio' che possiamo fare, le dinamiche instaurate all'interno della coppia. E' a questo punto che piuttosto di "subire" la relazione, si incomincia a gestirla. E' a questo punto che non si rimane piu' sorpresi dai comportamenti della partner che di volta in volta ci hanno ferito in passato, e si comincia semmai a fare dei "test" per determinare quanto sia grave la loro condizione e prendere piena coscienza di chi abbiamo accanto.

Infatti se si costruisce una situazione "ad hoc" dove la loro reazione tipica costituisce un grave danno all'NP stesso, e glielo si sottolinea apertamente, l'NP comunque non resistera' alla tentazione e nella stragrande maggioranza dei casi adottera' comunque la sua reazione tipica. Questo evidenzia quanto le loro reazioni agli eventi siano inevitabili, irresistibili, insomma reazioni patologiche. Quando una prole condivisa o altri fattori ci rendono impossibile un allontanamento dall'NP, diventa importante rendersi conto di quest'aspetto perche' e' indispensabile per poi trovare modi per gestire l'NP e minimizzare i danni che possa provocare, di volta in volta, a noi stessi, ai figli, ai parenti, ecc.
avatar
Aquila reale
Admin
Admin
Messaggi : 260
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: Facciamo un pò di autoanalisi e analisi: la mia Narcisa

il Gio Ago 02, 2018 8:28 pm
E' vero, uomini e donne narciso, con caratteristiche diverse, hanno comportamenti ripetitivi. Tuttavia gli uomini sono molto più pericolosi e le donne che ne sono vittime, culturalmente sono portate a subire.
Contenuto sponsorizzato

Re: Facciamo un pò di autoanalisi e analisi: la mia Narcisa

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum