Condividi
Andare in basso
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Ven Mar 02, 2018 3:55 pm
Ho trovato molto dannoso il commento di Eris.Non ce l'ho con Eris sia chiaro.Ma ciò che ha scritto nel suo commento iniziale è un tripudio delle solite cose che scrivono i narcisisti.NON E' VERO CHE NON SANNO DARE AMORE PERCHE' NON L'HANNO MAI RICEVUTO.BALLE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
VERAMENTE BALLE.E' LA LORO PERCEZIONE DISTORTA CHE FA CREDERE LORO DI NON ESSERE AMATI.Per loro non è mai abbastanza....se vi raccontassi io la storia della mia vita...a questo punto allora cosa dovrei essere una serial killer??????????????'Il mondo si divide in due tipi di persone.Le persone che soffrono e diventano carnefici(perchè decidono che preferiscono fare del male che riceverne)e le persone che soffrono (ANCHE E SPESSO MOLTO DI PIU)e diventano ANGELI.E direi che la strada più facile e SCHIFOSA E VIGLIACCA è la prima.Per di più se uno mi dice...che decide di diventare anaffettivo per proteggersi,allora non ha nemmeno più le scusanti dell'involontarietà.Ed è assolutamente vero.Perchè nella criminologia i narcisisti sono perfettamente capaci di intendere e di volere perchè DECIDONO VOLONTARIAMENTE di essere sadici e anaffettivi nei confronti degli altri.E spesso se li intervisti ti dicono due cose:che decidono di essere sadici perchè così HANNO IL CONTROLLO(in parole povere "meglio te che me")e poi tirano fuori la manfrina dell'infanzia difficile.MAGARI INVECE ERANO SEMPRE STRA VIZIATI.Il mio narci ha la mamma che lo vizia in una maniera spropositata,si butterebbe nel fuoco per lui.Un fratellino che lo adora.Eppure spesso si giustificava dicendo che se era freddo è perchè non aveva ricevuto amore.Quando invece...ho conosciuto la sua famiglia mi sono stupita moltissimo,veramente NON PER FINTA(credetemi)lo adorano,gli vogliono un bene dell'anima,mentre lui sparla di loro.in definitiva C'E PIENO IL MONDO DI GENTE CHE HA SUBITO I PEGGIO ABUSI E CHE HANNO DECISO DI DIVENTARE DEGLI ANGELI.QUINDI NESSUNA GIUSTIFICAZIONE PER CHI SCEGLIE DI FARE DEL MALE.IO STESSA ALLORA DOVREI ESSERE DIVENTATA NARCISISTA AL QUADRATO INVECE HO DECISO DI ESSERE UNA PERSONA CHE FA DELL'EMPATIA LA SUA SECONDA NATURA PER ALLEVIARE LE SOFFERENZE E CREARE ARMONIA.ANCHE SE CI PERDO,ANCHE SE E' PIU DIFFICILE,ANCHE SE MI CONVERREBBE FARE COME I NARCISISTI E PENSARE SOLO A ME STESSA.BASTA GIUSTIFICAZIONI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ho deciso di scrivere solo perchè mi ha spaventato che venisse lasciato un post del genere e che persone che stanno male come me possano anche solo bersi una di quelle patetiche(per altro sentite mille volte,anche nelle interviste di criminali)giustificazioni.NON CREDETECI.SONO TUTTE BALLE.GIUSTIFICAZIONI.NON C'E GIUSTIFICAZIONE A FARE DEL MALE.NESSUNA.NESSUNA.NESSUNA.MAI.ANZI.CHI FA DEL MALE PERCHE' NE HA RICEVUTO NON HA AFFATTO LA MIA STIMA.PERCHE' ALLORA DOVRESTI SAPERE TU PER PRIMO CHE E' SBAGLIATO SE TI FA STARE MALE.SEI PURE INCOERENTE OLTRE CHE OPPORTUNISTA.SCUSATE MA......MI HA FATTO INFURIARE.HO PAURA CHE POSSA AVER FATTO MALE A QUALCUNO DI QUESTO FORUM LEGGERE QUELLE GIUSTIFICAZIONI.....
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Ven Mar 02, 2018 4:01 pm
IL NARCISISMO NON E' UNA MALATTIA.E' UN'ESASPERAZIONE VOLONTARIA(ALMENO INIZIALMENTE)DI QUEGLI ISTINTI PRIMORDIALI CHE SONO IN OGNUNO DI NOI.OVVERO LA PRESERVAZIONE DI SE STESSI.LORO ESASPERANO QUESTA COSA ALL'INVEROSIMILE.SONO SEMPLICEMENTE DEGLI OPPORTUNISTI,VIGLIACCHI INGANNATORI,NON C'E CHISSA QUALE DISTURBO STRANO MENTALE DIETRO COME CI PUO' ESSERE NELLA SCHIZOFRENIA O ALTRI STATI PSICOTICI CHE PER ALTRO HANNO UNA MATRICE BIOCHIMICA ACCERTATA.IL DISTURBO DI PERSONALITA' NON SI CORRELA NEMMENO CON MAL FUNZIONAMENTI CHIMICI CEREBRALI.PERCHE'??????PERCHE' NON E' UN MALFUNZIONAMENTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!E' SEMPLICEMENTE UNO STILE DI VITA E DI PENSIERO.NOI DICIAMO CHE SONO MALATI PERCHE' CIO' CHE FANNO PER NOI E' INCONCEPIBILE.PERO' DI FATTO E' SOLO UN 'ESASPERAZIONE DEL PIU TOTALE E BECERO EGOISMO.
CERVELLO RETTILIANO E NIENTE PIU.NON SONO MALATI O POVERINI O ALTRO!!!RICORDATELO!!!LA LORO E' UNA SCELTA.E' NELLE MIE RICERCHE ME NE CONVINCO OGNI GIORNO DI PIU.RIPETO LA LORO E' UNA SCELTA.STA LI LA MALIGNITA'.LORO DECIDONO VOLONTARIAMENTE DI ESSERE CATTIVI IN UNA SPECIE DI LOTTA SPIETATA PER LA SOPRAVVIVENZA.PECCATO PERO' CHE FACCIANO GLI SPIETATI ANCHE QUANDO NON SERVIREBBE.DIAVOLI IN TERRA.
Dreamer
attivo
attivo
Messaggi : 307
Data d'iscrizione : 20.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Ven Mar 02, 2018 7:11 pm
Ciao Cassandra. Capisco bene il tuo "infastidimento" e concordo con la tua lettura.
Sul fatto che non abbiano ricevuto abbastanza amore o attenzioni nella loro prima infanzia ci sarebbe da discutere a lungo. Del resto non tutti i narcisisti hanno avuto gli stessi vissuti. Alcuni hanno sicuramente avuto genitori disfunzionali, altri traumi che li hanno bloccati e feriti senza rimedio. Di fatto, da quello che ho letto e che è stata la mia esperienza, posso dire che sono soggetti che hanno subito un certo blocco nella loro crescita emotiva-affettiva-relazionale. Sono rimasti all'immaturità affettiva infantile, non sono evoluti e anzi hanno via via accumulato una tale frustrazione e rabbia e sconnessione con sè stessi, che finiscono per gettarla sugli altri come unico modo per sopravvivere.
Poi chiaro, ci sono diverse tipologie del disturbo, gravità, commorbilità con altri disturbi psichici ecc.
Ma quello di cui sono convinta e qui concordo in pieno con te è che ci sia una scelta. Scelta non tanto di sviluppare il disturbo di personalità nello specifico, lì non può esserci alcuna scelta consapevole. C'è la scelta di fare del male però, c'è la scelta di violentare e furtare l'altro di ciò che di bello l'altro ha dentro (e che loro non hanno, ma riconoscono), c'è la scelta di indossare le più belle maschere per l'occasione, c'è la scelta di manipolare, c'è la scelta di annientare infine l'altro.
Io credo che in fondo loro sappiano che non è "normale" l'aridità che hanno dentro, che non è normale non sentire niente se non mera soddisfazione temporanea alternata a grandi frustrazioni, che non è normale vedere gli altri come oggetti.
Ma nonostante questo, fanno la volontaria scelta di fare del male, intenzionalmente, sistematicamente, colpendo con precisione chirurgica, e lo fanno perchè se non lo facessero ne morirebbero.
Non so, per fare un brutto esempio, direi che sono come l'appestato che sa di avere la peste, ma non va in quarantena, piuttosto si mescola alla gente. Uno mica sceglie di avere la peste, ma se non agisce di conseguenza e decide di contagiare i sani, beh lì c'è dolo.
Certo chi non ha avuto ferite e traumi durante l'infanzia o dopo?! Chi più chi meno tutti. Non esiste la famiglia del mulino bianco. Però noi, nonostante quelle ferite, abbiamo trovato altre risorse dentro e fuori di noi, per continuare la nostra maturazione, non senza difficoltà. Di contro noi magari abbiamo sviluppato carenze di autostima, carenze affettive o che ne so. Cmq non andiamo certo in giro a fare del male per compensare l'inferno o il dolore che abbiamo subito.
Loro invece hanno sviluppato rabbia verso quelle mancanze, di qualunque tipo siano state, e piuttosto che rivolgerla verso se stessi, la usano per fare del male e a un certo punto della loro vita hanno magari imparato che quel senso di potere recava loro pure piacere e di lì i passi verso la perversione non sono tanti.
Più diventano adulti e più male fanno e più diventano pieni di sè e sicuri dei loro successi, raffinano le tecniche, aumentano il numero di maschere a disposizione ecc. E più perdono qualsiasi speranza di recuperare un minimo di umanità che chissà quando hanno perso.
sissi
Admin
Admin
Messaggi : 1104
Data d'iscrizione : 26.11.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Ven Mar 02, 2018 7:48 pm
concordo, non capisco che senso abbia far del male se lo hanno fatto a te, puo' una cosa così far stare meglio ? Secondo me assolutamente no. Credo sia una patologia, ne parliamo tanto e ci studiano tanto. Il risultato ....e' quello che abbiamo visto e vissuto, l'abbandono, la solitudine, la disperazione i maltrattamenti. Alla fine la nostra scelta obbligata e' stata questa e questo conta . Per Eris ci sono rimasta male , non avevo percepito alcun problema fino alle ultime volte nelle quali era davvero degenerata. . Spero che qui nessuno ne abbia risentito ed abbia capito subito appena iniziato il declino con chi avevamo avuto a che fare. Comunque ragazzi, alla fine il risultato e' quello che conta. E come era, a me non piaceva per niente (parlo del narci) una persona cosi' brutta, nella mia vita, non ci incastrava per niente.
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Sab Mar 03, 2018 1:16 am
Bravissima dreamer. Ma scusate ma sinceramente quanti di noi possono dire di avere avuto uj infanzia splendida???quanti possono dire di non aver subito qualche forma di abuso o trauma???ovvio ci sono i più fortunati o meno.ma questa è la vita no???è uj luogo duro e aspro per tutti. Tra l'altro da quello che ho notato le persone che decidono di reagire ad un torto diventando cattive sono sempre quelle che soffrono meno.e in effetti ha senso.perché solitamente quando uno soffre profondamente ma proprio un dolore allucinante...si rende conto di quanto sia orrendo fare del male.e quindi di riflesso ci diciamo."caspita è schifosa mente sbagliato fare del male.voglio al contrario fare del bene!!"
..quelli che invece dicono " va beh meglio darle che prenderle " di fatto vuol dire che non è che gli faccia così schifo il dolore eh...o la violenza ...il mio una volta mi disse tutto gondolante quando mi stavo intristendo Per uj ingiustizia "ma guarda che la giustizia non esiste a questo. Mondo" ma lo diceva contento eh..come fosse una cosa sexy.solo uno chr non sa cosa sia il vero dolore può accettare di contribuire a crearne. E Sissi sono d'accordo con te che sia una patologia (nel senso che è disfunzionale)Ma per gli altri!!!!non per loro!!cioè dire che sono malati lo giustifica capisci??se posso essere un po' semplicistica. ..sono semplicemente persone cattive.siamo pratici...non c'è da costruirci in torno strani nomi definizioni ecc...sono semplicemente persone che hanno deciso di affrontare la sofferenza facendo male agli altri.è un tipo di mentalità. Loro hanno visto che se la cavano meglio a fare così punto.è molto semplice. Il narcisismo è un termine generico per me. È tipico di tutte le persone cattive.di TUTTE.e la prova che non è una patologia a se ma è uno stato di mentalità è che se ripensiamo a tutte le persone che abbiamo conosciuto nella nostra vita che possiamo definire "cattive" guarda caso sono anche narcisiste!pensateci.perché di fatto il narcisismo è immaturità inganno egoismo opportunismo mancanza di empatia. Ne più ne meno delle caratteristiche di uj semplice "cattivo".non sono malati...è il loro stile di vita. Poi che sia patologico...si...ma non sono malati.non so se si capisce quello che voglio dire.intanto vi mando un forte abbraccio. Dobbiamo essere subito pronti a smascherare le balle che raccontano per proteggere chi è all'inizio di questo percorso che è inevitabilmente portato a credere a quelle patetiche solite balle sentite mille volte.
avatar
Aquila reale
Admin
Admin
Messaggi : 150
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Sab Mar 03, 2018 1:48 am
L'importante è starne alla larga, perché come avevo già sottolineato a Eris i narcisisti non guariscono, vivono di emozioni passeggere e non di sentimenti. Quindi non capiscono il sentimento profondo ed è inutile cercare di farsi capire. Tante volte abbiamo fatto l'esempio della partita a scacchi con un piccione, non solo non capisce cosa sia la scacchiera ma ci caxa pure sopra.
Diciamo che il termine "narcisista " può racchiudere tante cose ed ha tanti gradi di cattiveria, il peggio è il vampiro energetico che si attacca alla sua vittima fino a distruggerla perché la considera cosa sua, il fenomeno comunque è purtroppo in crescita e dobbiamo saper riconoscere questi individui per allontanarli immediatamente.
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Sab Mar 03, 2018 5:38 am
Esatto il fenomeno è in forte crescita nei paesi sviluppati.minimo o nullo nei paesi sottosviluppAti.motivo in più per dire che noj si trarrà di una malattia ma di una forma mentale di una mentalità che nello specifico questa società viziata induce.scusate se insisto..l'avrò detto già 100 volte ma ci tengo.dire che sono malati nel senso di affetti da una malattia è giustificare quella xhe invece è una loro scellerata scelta. La rinnovano ogni giorno.anche perché vedono chr in questa società va a meraviglia.conviene. hanno successo se fanno così. Credetemi se la società smettesse di dare loro feedback positivi il numero calerebbe.è una sorta di selezione naturale.fintanto che uj metodo conviene loro perché dovrebbero cambiarlo???se porta loro vantaggi. ..
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Sab Mar 03, 2018 5:45 am
Poi ovvio una volta che uno si abitua ad una mentalità diviene come una droga e una seconda natura. Più tempo esercitano quella mentalità più ne rimangono invischiati.questo vale per tutti.certo è che c'è sempre una scelta...più libera e volontaria all'inizio. ..meno libera e volontaria dopo ma comunque ogni giorno la rinnovano.proprio come per ogni abitudine.all'inizio siamo più liberi nel sceglierla e farla diventare un abitudine poi se vediamo che ci conviene continuiamo ad insistere su quel.modus operandi
Ma è anche vero che nel.momento in cui vediamo che è dannosa e illegittima possiamo anche se a fatica cambiare abitudine.se invece non la cambiamo vuol dire che tutto sommato la riteniamo giusta anche se da problemini.quindi comunque si tratta di un rinnovo quotidiano della scelta di massacrare gli altri. Non sono incapaci di intendere e di volere.sanno ciò che fanno e ciò che sono ma lo ritengono semplicemente giusto legittimo e conveniente.
Roccia
Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 02.03.18

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Sab Mar 03, 2018 10:23 am
Sono d accordo sul fatto che ci sia un modo di fare molto opportunista cattivo e meschino che le persone con una personalita immatura e egocentrica (narcisista) hanno scelto come metodo migliore per emergere,per farsi strada,o semplicemente sentirsi migliori, attaccando gli altri e i loro modi onesti o scevri da cattiverie,più comprensivi,inclusivi ed empatici,caratteristiche che si hanno quando l autostima c'è e non è instabile.
Io credo che diventano cattivi per una fragilità di fondo che non vogliono ascoltare e sanare,e dal momento in cui hanno compreso che per non sentire quel dolore che gli si attiva quando percepiscono di essere "meno" dell altro,per non sentirsi feriti ed umiliati devono attaccare prima,ormai lo fanno in automatico anche quando non ci sono attacchi,gli va in paranoia il cervello per niente e credono che tu voglia sminuirli.
Evidente caso Eris,che ad un certo punto aveva anche ammesso le sue colpe,ma continuava a scusarsi con Sissi e non con le persone contro cui si era scagliata.
Sissi che per lei rappresentava "l autorità" nel forum ,autorità con cui voleva allearsi e da cui voleva protezione.
Mia sorella assume spesso la posizione di figura autoritaria in famiglia,ma non si rende conto che è solo un giocattolino nelle mani di nostra madre,che la usa come appoggio quando qualcun'altro della famiglia allontana nostra madre,quest ultima la usa per plasmare in lei un alleata all occorrenza,non si i rende conto che quando è lei ad allontanare mia madre ,quest ultima USA un altro membro della famiglia per allearsi contro di lei e denigrare lei,mia sorella.
Ora ho capito. Tutti in famiglia, io compresa,ci siamo prestati a questo gioco.
Per quanto riguarda le modalità aggressive e discriminanti,la cosa migliore è allontanarsene,rimarranno soli forse si accorgeranno che dovranno cambiare.
Da parte nostra dobbiamo imparare il distacco e a non essere manipolabili emotivamente,così sarà più facile anche per noi.
Scusami Giù,se prendo la tua reazione come esempio di come riescono a far leva sulla capacità di comprensione e i sensi di colpa agendo in modo aggressivo,ma è importante analizzare come sia riuscita a farti chiedere scusa.Tu non avevi colpe e i suoi pazzi modi hanno raggiunto lo scopo; pensa con quante persone lo fa,persone che magari per timore e sensi di colpa di fronte ad una così magistrale messa in scena,perché pensano stia soffrendo,con compassione lasciano perdere,ed è lì che loro imparano sempre più a sentirsi autorizzati a comportarsi in quel modo.
Bisogna screditare quei modi,sempre.È per il nostro bene,ma anche per il loro.
Gli farà male,certo,ma ognuno ha il proprio carico.
E soprattutto noi che abbiamo passato grandi dolori a causa loro,dovremmo proprio essere allergici a.questi comportamenti al di la dei legami affettivi.
Ci vuole tempo,ma s impara anche il distacco.
Ci si ascolta e si cresce sviluppando nuovi modi.
È un po una giostra che non si sa quando si fermerà ma funziona.
Roccia
Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 02.03.18

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Sab Mar 03, 2018 10:37 am
L aggressività nella società di oggi,ma penso sia stato così in tutte le società, ci vuole ma deve essere assertivita sana,nel rispetto dell altro e l assertivita ce la possiamo permettere quando conosciamo bene noi stessi ,perché così saremonf fermi di fronte a quegli attacchi gratuiti e ingiusti che tanto destabilizzano se non si è sicuri di se e non avremo ne sensi di colpa per aver fatto valere il diritto di proteggerci,di non accettare modi aggressivi,ne crisi di dipendenza emotiva.
Ritroviamo la nostra forza e capacità di diventare adulti e realizzati senza dipendere da altri.
avatar
Aquila reale
Admin
Admin
Messaggi : 150
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Sab Mar 03, 2018 10:44 am
Benvenuta Roccia, grazie per il tuo intervento. È consuetudine sul nostro forum fare una presentazione sull'apposita sezione, in modo che tutti gli utenti abbiano una conoscenza della tua storia e sappiano adeguatamente confrontarsi. Spero quindi di leggerti presto in Presentazioni in modo da aprire un dialogo costruttivo che porti a crescere insieme.
Buon cammino.
treppa
Admin
Admin
Messaggi : 85
Data d'iscrizione : 26.11.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mar Mar 06, 2018 11:34 am
Benvenuta Roccia,
è regola del nostro forum presentarsi nell'apposita sezione prima di interagire su altri argomenti.
ti aspettiamo di là ! Very Happy
Alicle
amante
amante
Messaggi : 594
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mar Mar 06, 2018 4:33 pm
Ora divento estremista! In base alla mia personale esperienza tutto ciò che lui mi ha fatto, lo ha fatto con dolo! E su questo non ci piove!
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mar Mar 06, 2018 5:47 pm
Alicle non sei estremista.Per me dici la semplice verità.Vorrei che dimenticassimo del tutto i buonismi.La ricerca di una giustificazione per queste persone è magari un bisogno nostro di darci spiegazioni razionali.La verità è che le persone cattive che agiscono senza un senso umano ci sono.In realtà c'è pieno.Bisogna prima di tutto accettare questo.Cosa veramente difficile.Se non la più difficile.Perchè comporta di sentirci ancora più in pericolo in questo mondo,impotenti e incapaci di controllare gli eventi più atroci.Eppure è così.Impariamo a scegliere con cura chi ci circonda e se possibile insegnarlo agli altri.Impariamo a donare a chi se lo merita davvero e togliere il nutrimento ai parassiti.Così non faremo solo del bene a noi stessi,ma contribuiremo a rendere la società più giusta.
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mar Mar 06, 2018 5:54 pm
Non posso fare a meno di pensare che mentre perdevo tempo a farmi torturare,avvolta in un incantesimo malefico che mi aveva tolto ogni voglia di vivere,molto probabilmente là fuori c'era un uomo buono e giusto,maltrattato dalla vita e da gente perfida e falsa che avrebbe dato tutto pur di ricevere l'amore che io ho dato a quel parassita sadico e ingrato.Non ne posso più di vedere persone buone e idealiste maltrattate e sofferenti e sole...e invece falsi approfittatori e malvagi che hanno successo e hanno dietro di loro una schiera di donne o uomini adoranti...non ha alcun senso.Voglio smettere di essere una di quelle persone di cui questi possono nutrirsi e diventare una fonte di benessere e armonia per le persone che davvero se lo meritano.
Alicle
amante
amante
Messaggi : 594
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mar Mar 06, 2018 6:41 pm
Cara cassandra è quello che sto cercando di fare "grazie" alla mia esperienza. Oramai ne sento la puzza e quando mi si avvicina qualcuno che non mi "suona" mi viene il mal di stomaco che mi veniva quando stavo con lui o quando avevo un appuntamento con lui, ero contenta di vederlo ma sapevo che sarebbe successo qualcosa che mi avrebbe fatto stare male dopo. Lo stesso, identico malessere che mi viene se lo incontro o vedo anche soltanto la sua macchina parcheggiata. Non ho mai dato retta agli "urli" del mio corpo e rimpiango ogni giorno di non averlo fatto prima quando ero in tempo, quando avrebbe fatto meno danni!
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mar Mar 06, 2018 6:44 pm
Non sai quanto ti capisco cara.
Alicle
amante
amante
Messaggi : 594
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mar Mar 06, 2018 6:46 pm
Sad
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mar Mar 06, 2018 6:53 pm
un bacione tesoro.adesso noi tutte e tutti siamo ad uno step superiore.mi auguro che noi tutti non ricadremo più in questo.e in tal caso è come se avessimo vissuto una vita in più degli altri dopo questa rivelazione atroce.non siamo più gli stessi..ma minimamente.penso sia una delle esperienze che possa cambiarti di più nella vita come tutti i traumi di violenza.ascoltiamo il nostro corpo,ascoltiamo il nostro intuito.MAI dire a noi stessi "dai...non essere esagerata/o ...datti un controllo".No...non dovevamo zittire quei segnali tacciandoli come reazioni fuori luogo o esagerate,erano segnali che volevano salvarci.Mai più dubitare del nostro INTUITO(e non istinto...c'è una bella differenza).
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mar Mar 06, 2018 6:59 pm
Voglio inoltre condividere con voi Una cosa che ho realizzato ancora più fortemente qualche notte fa.Oltre ad ascoltare il nostro intuito e non ignorarlo,un'altra trappola in cui possiamo cadere,anzi La trappola è DIMENTICARE.La memoria in qualche modo tende a scindere l'evento dalla reazione emotiva che quell'evento ci aveva causato.E lo fa come sistema di difesa.Perchè se ogni volta che ricordiamo un brutto avvenimento dovessimo ricordare anche l'angoscia e il dolore provato sarebbe una tortura.Ma occhio.Perchè questo ci portava purtroppo anche a riaccogliere mille volte il mostro nella nostra intimità.Perchè poi per sistema di difesa dimenticavamo dal punto di vista emotivo(anche se lo ricordavamo dal punto di vista razionale)che ciò che ci aveva fatto ci aveva fatto a pezzi.E ci ricordavamo solo quanto avremmo voluto che ritornasse il ragazzo stupendo che si era presentato all'inizio.OCCHIO ALLA MEMORIA.Una persona senza memoria emotiva o che comunque applica dissonanza cognitiva è a rischio continuo.Non dimenticate mai.
valevale
timido
timido
Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 25.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mar Mar 06, 2018 11:26 pm
Il mio ex viene da un paese sottosviluppato!

E quante volte all'inizio giustificavo i suoi comportamenti alla cultura diversa, alla difficoltà di adattarsi, etc.

Io invece sono convinta che siano inconsapevoli. Almeno il mio ex, ma non so se dipenda dal "livello" di gravità.
Inconsapevole nel senso che ci considerano cose per cui romperci non provoca in loro dei sensi di colpa. Ed essendo noi delle cose non si immedesimano in una cosa.
Preciso, ma non so se centri, che la mia terapeuta non parlava di lui in termini di narcisismo ma di psicopatia e di tratti psicopatici gravi quindi forse da li viene questa sensazione forte di inconsapevolezza.

Durante l'anno di guarigione ci ho pensato tanto e mi sono data una risposta forse per darmi pace. Lui ha un padre che lo ha abbandonato a 2 anni ed è scappato in un altro paese e si è fatto sentire dopo 25 anni, quando ho conosciuto il mio ex ne aveva 34 e ancora non si erano mai incontrati. L'ho conosciuto via Skype ed è un vero coglione, promette al figlio di aiutarlo e non faceva niente, solo interminabili conversazioni su skype piene di minchiate e frasi fatte, per cercare di farli incontrare non ha mosso un dito, ci ho provato io tramite richiesta nell'ambasciata del paese dove vive il padre per un visto turistico, richiesta poi rifiutata forse a causa dei rapporti tra i 2 paesi, non mi è dato saperlo (e ho sempre avuto il dubbio che poi sarebbe rimasto là ma ci ho provato lo stesso). Verso di me suo padre era pieno di super parole, ma così assurde che lui era evidente che stava esagerando e non mi hanno mai fatto effetto. Chissà perché sono tombolata con il figlio. Ad avere un padre così, si aggiunge aver vissuto 34 anni in un paese povero, ma povero davvero, e mentalmente limitato. Mi immagino lui a vedere noi turisti che arriviamo e senza battere ciglio spendiamo 10 euro per mangiare mentre loro ne guadagnano a dir tanto 25 al mese. E abbiamo vestiti di marca e possiamo entrare e uscire dal nostro paese a piacimento, e abbiamo facebook etc etc e lui che da appena nato già gli fanno un lavaggio del cervello, in un paese poverissimo, abbandonato dal padre, già di per sé "debole" nonostante non avesse letteralmente paura di nulla, probabilmente ha maturato li il suo senso di essere in credito verso il mondo e vedere i turisti fare una vita che probabilmente lui considerava paradisiaca gli ha fatto maturare una invidia pazzesca.
Il fatto che si sentisse in credito e l'invidia profonda (anche se era convinto di essere invidiato) sono trapelati spesso durante la relazione.
Lui con la sua infanzia orribile è diventato cosi e così è. Non è un comportamento ma proprio è il suo essere, non può fare altrimenti. Conosce cognitivamente molto della psicologia umana ma non "sente", non sente nulla, solo ciò che riguarda se stesso, cose come soddisfazione o frustrazione, emozioni del momento. Ricordo il suo c***o di sorriso quando mi sono appoggiata al pavimento e poi mi sono seduta contro il muro piangendo perché finalmente ero riuscita a registrare una conversazione al telefono allucinante (l'altra che diceva che era incinta, che io ero una "stronza di merda" e lui che diceva che non capivo che era finita e che proprio non volevo capirla - e vorrei sottolineare che stavamo insieme, eravamo conviventi, ed eravamo sposati) e lui che sorrideva con quel sorriso e scimmiottava me che piangevo tanto che credevo mi si fermasse il cuore. Deve essere stata proprio una bella rimpolpata al suo ego.
Lui deve fare così, è la vendetta di rompere tutto che hanno i bambini, non so se riesco a spiegarmi, va oltre il "voler" fare del male, molto oltre. Lui riusciva veramente a modificare la realtà e a renderla diversa e ricostruirla come lui voleva e non solo quando parlava a me ma anche verso se stesso. Negava di tradire e secondo me so costruiva la sia realtà e si convinceva che veramente non tradiva sennò non sarebbe stato perfetto come immaginava.

Se un individuo fa del male con cognizione significa che ha una struttura mentale sana e che sceglie di fare del male. I vostri ex sono molto peggio di quello che pensate e ne sono sicura.
Fare del male volendo fare del male fa di te uno stronzo ma se non capisci neanche di fare del male allora sei un disturbato.
Ragionamenti contorti, non so se si è capito qualcosa...spero di si
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mer Mar 07, 2018 12:55 am
Vale quando hai detto "la vendetta dei bambini che devono rompere "...è proprio così e non è affatto qual cosa di oltre il male è la banalità del male.loro sanno di fare qualcosa di sbagliato (e infatti con gli altri non si mostrano per quello che sono ma solo con noi quando siamo distrutte e nessuno più ci può credere ) ma semplicemente credono di avere il diritto di farlo. Perché loro sono loro e meglio te che loro. Non so se avete mai sentito parlare della triade di sintomi che portano poi al rischio di essere serial killer. Tra questi c'è la violenza sugli animali. E quando chiedono a questi bambini ragazzini perché uccidono gli uccellini o altri animali e cosa provano..loro molto candidamente dicono che sanno che è sbagliato ma che una volta che l'animale è morto per mano loro si sentono bene perché " l'animale è morto mentre loro sono ancora vivi"...ecco. ..è quello che fanno i nostri psicopatici. ..e comunque il mostro che ti ha fatto quelle cose ha sicuramente avuto una pessima infanzia ma ripeto esistono moltissime persone che hanno un infanzia tremenda e divengono angeli custodi degli altri.anzi se proprio avrebbe dovuto diventare un uomo sensibile memore del male che ha provato...comunque quello che hai subito mi fa ribrezzo...che schifo. E penso che lui sapesse che era una cosa atroce ma a maggior ragione avrà pensato...meglio che la senta lei questa cosa che io..io non voglio sentirla.in questo modo se loro provocano dolore mentre loro si allenano a non sentire nulla esercitano il massimo controllo. Come per la storia dell uccellino
Bianca8026
Admin
Admin
Messaggi : 162
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Mer Mar 07, 2018 1:03 am
Belle fanciulle... mi fa piacere leggere i messaggi che state scrivendo, sono di crescita e consapevolezza.
Purtroppo, per quanto siete allenate, un/a narcisista ci sarà sempre lì pronto/a a fregarci, lo hanno sempre fatto d'altronde... credo che anche voi ripercorrendo il vostro passato ne riconoscete ora diversi, persone come il vostro np. Anche Eris lo era ma le abbiamo dato fiducia e alla fine addirittura buone dosi di buonismo (e non uso termini a caso). Questo sta a dire che non possiamo pretendere da noi di riconoscere da subito le persone che entrano a far parte della nostra vita, per nostra natura cerchiamo il sociale e la familiarità con le persone, questo ci espone a rischi che abbiamo ben conosciuto ma, è così per tutti, è la vita sociale e non può prescindere da questo, l'unica cosa che possiamo fare per noi stessi è imparare a reagire e a gestire tale situazione quando si presenta.
Comunque è bello leggervi così!

*Come hanno già fatto le altre, tra moderazione e amministrazione, vi esorto ad evitare termini volgari.
Buonanotte
valevale
timido
timido
Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 25.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Gio Mar 08, 2018 1:11 am
Hai ragione, Bianca, chiedo scusa. Non ricapiterá.

Alicle, domani se riesco rispondo, sono argomenti difficili e con il cellulare è più complicato scrivere.
cassandra
timido
timido
Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

il Gio Mar 08, 2018 1:40 am
Bianca grazie mille. Comunque se posso umilmente dire il mio parere.è verissimo che sarebbe auspicabile usare un bel linguaggio.ma putroppo quando si parla di cose così dolorose è anche un secondo me inutile blocco alla funzione di "sfogo"...diventa tutto più ..non so...non del tutto sincero se mentre si scrive di getto ci si ferma a dire..oddio no parolacce.fanno parte del parlato...le diremmo confidandoci ad un amica. E poi sopratutto se riportiamo frasi che ci hanno detto i Narci...è un riportare le frasi e la violenza delle loro parole...dobbiamo addolcire le frasi che ci dicono? Quando invece erano violente e volgari?.e se mettiamo gli asterischi già viene rispettata l'educazione.questo è il mio.modesto parere.secondo me andrebbe parzialmente rivista questa regola del forum.
Spero di non sembrare sovversiva o irrispettosa.un abbraccio.
Contenuto sponsorizzato

Re: a pro posito dell'argomento chiuso ex narcisista si racconta

Tornare in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum