Condividi
Andare in basso
Secretly
timido
timido
Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 05.03.18

Gap fra realtà e immaginazione

il Mar Mar 06, 2018 2:22 pm
Ciao di nuovo!
Stavo pensando proprio oggi a quanto a volte mi sia capitato (e mi capiterebbe ancora se lo rivedessi o risentissi o rileggessi) di vivere un vero e proprio gap tra la mia immaginazione e la realtà.
Mi spiego meglio.
Lui all'inizio non mi piaceva granché: certo, bell'uomo, ma assolutamente privo di argomenti profondi. Parlava di bollette, macchine, biglietti di autobus... insomma, i tipici discorsi che puoi fare in ascensore con il condomino con cui non hai un'emerita cippa lippa da dire.
Dopo, quando ha cominciato a fare il prezioso, ha cominciato a sguinzagliare tutte le ex non-ex, le nuove, le prossime e le chissà, ho cominciato a desiderarlo tantissimo, spinta soprattutto dalle sue grandi dichiarazioni su di noi.
E così, durante l'assenza di contatto (decisa da me o meno) sperimento nostalgia, nodo in gola, tristezza per ciò che sarebbe potuto essere e non è stato (a ragione direi!).
Però poi, quando si manifesta con messaggi vari, a parte il mio ego rimpolpato e una botta potentissima di adrenalina, arriva la delusione del "ah, è questo qui?". Dice puntualmente cose stupide come sempre, ha sempre il solito volto bello ma profondamente inespressivo che non mi aveva colpita all'inizio, e quando mi ci sono rimessa insieme a lui, a parte il sentirmi un po' sul piedistallo perché sua bassezza ma strafighezza mi voleva di nuovo con sé... oggettivamente... non sapevo che dire, non riuscivo a fare battute perché non le capiva, non riuscivo a mandare avanti un discorso un po' più profondo che sminuiva tutto come stronzate.
Di qui mi chiedo: perché idealizzare nella loro assenza persone che, ai fini pratici, sono anche un po' miserrime nemmeno poco? Very Happy
Che bisogno abbiamo? Perché necessitiamo di questo pensiero 'orsacchiotto' da stringere a noi, se poi sappiamo che nella realtà hanno il carisma di un lombrico (e mi perdonino i lombrichi)?
DonDraper72
Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 23.02.18

Re: Gap fra realtà e immaginazione

il Mar Mar 06, 2018 3:14 pm
Ciao.
Sulla scarsità di contenuti non ho esperienza (almeno su quello..).
Mi ha colpito il discorso bellezza.
In effetti questi narcisisti sono spesso belli/e, la mia narcisa è oggettivamente (in quanto detto dagli altri) molto bella, elegante etc etc. Di solito muoiono dalla voglia di sentirselo dire perché sono insicuri .
Anche io come te, ogni volta che tornava pensavo "però sta strafiga torna sempre da me".
I primi tempi che stavamo insieme mi suonò un campanello d'allarme sui suoi comportamenti e la lasciai.
Dopo pochi giorni mi telefonò e mi disse testualmente "ho chiamato perché volevo dirti che sei veramente un figo perché nessuno mi aveva mai lasciata".
Adesso posso dire che fu una tattica geniale perché ci cascai come una pera cotta e tornai a scodinzolare.
Se fossi stato più lucido avrei capito da quell'affermazione con chi avevo a che fare.
Secretly
timido
timido
Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 05.03.18

Re: Gap fra realtà e immaginazione

il Mar Mar 06, 2018 3:26 pm
DonDraper72 ha scritto:Ciao.
Sulla scarsità di contenuti non ho esperienza (almeno su quello..).
Mi ha colpito il discorso bellezza.
In effetti questi narcisisti sono spesso belli/e, la mia narcisa è oggettivamente (in quanto detto dagli altri) molto bella, elegante etc etc. Di solito muoiono dalla voglia di sentirselo dire perché sono insicuri .
Anche io come te, ogni volta che tornava pensavo "però sta strafiga torna sempre da me".
I primi tempi che stavamo insieme mi suonò un campanello d'allarme sui suoi comportamenti e la lasciai.
Dopo pochi giorni mi telefonò e mi disse testualmente "ho chiamato perché volevo dirti che sei veramente un figo perché nessuno mi aveva mai lasciata".
Adesso posso dire che fu una tattica geniale perché ci cascai come una pera cotta e tornai a scodinzolare.
Se fossi stato più lucido avrei capito da quell'affermazione con chi avevo a che fare.
Ciao Don! Il mio narcisista sbava dietro alle bonazze solo per ferire la donna di turno, però per il resto 'accanto' vuole donne normali. Secondo me perché così le controlla meglio. Non brutte, ma normali, carine nella media. Gli piace la sensibilità, gli piace la profondità, però ci mette due nanosecondi a sminuirla perché vuole distruggerla, ed è oggettivamente superficialotto. Come un bambino che vuole giocare con le lucertole per tagliare loro la coda.
Credo che la loro bellezza sia per loro un'arma di potere. In genere lo è, ma per loro diventa vitale.
Contenuto sponsorizzato

Re: Gap fra realtà e immaginazione

Tornare in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum