Condividi
Andare in basso
Alicle
amante
amante
Messaggi : 605
Data d'iscrizione : 14.12.17

Interrompere il no contact...

il Mer Feb 21, 2018 1:35 pm
Mi viene la voglia di interrompere il contatto zero per dirgli: “sei un essere ignobile e meschino. Ti piace vincere facile perché hai approfittato di un mio momento di fragilità per provare ad abbattermi, vigliacco! Non ti è riuscito perché io sono vera e vivo la mia vita molto meglio della tua che è vita di bugie e miserabile! Tieniti la tua vigliaccheria e la tua impotenza, io sto finalmente assaporando me stessa!’


Questo conto aperto lo chiudero mai? Non ditemi che devo chiuderlo con me stessa, me lo dicono ma non ho nemmeno la vaga idea di cosa possa voler dire!

L'autore di questo messaggio è stato rimosso dal forum - Vedere il messaggio

minou
attivo
attivo
Messaggi : 278
Data d'iscrizione : 17.12.17

Re: Interrompere il no contact...

il Mer Feb 21, 2018 9:26 pm
Alicle, non farlo, resisti, scrivi a me piuttosto, se vuoi ti scrivo in privato il mio numero di telefono e ti sfoghi con me, ma NON parlargli o scrivergli, gli daresti solo soddisfazione!!!! Forza!!!!
valevale
timido
timido
Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 25.12.17

Re: Interrompere il no contact...

il Gio Feb 22, 2018 12:36 am
Non farlo!
Prova a riflettere: se lo fai ti succederà che involontariamente ti sentirai in colpa, avrai interrotto il no contact e penserai che sia un fallimento, avrai bevuto una dose di tossicità e ti sentirai di merda, e in più visto che succhiano la gioia di vivere ti sentirai pure debole e fisicamente provata. Se poi lui non risponde avrai pure la botta del silenzio. E se invece risponde ti rigirerá la frittata e ti sentirai pure frustrata
Mentre lui avrà avuto quello che più vuole: attenzione. Ti amo o ti odio per loro non fa differenza, sei arrabbiata per lui, passi le giornate incazzata nera per lui, hai questa bomba di rabbia in corpo e questo equivale a dirgli che in bene o in male lui è ancora presente e questo conta per lui.

La rabbia va sfogata ma lui non deve sapere niente. Piangi, urla, rompi cose, chiama una amica e sfogati, esci a correre, qualunque cosa ma non verso di lui per i motivi sopra.
È importante che questa rabbia la sfoghi o si trasforma in rancore e questo avrà impatto negativo sul tuo futuro. Tutto lo schifo deve essere vomitato fuori, ripulisciti. Ho anche letto da qualche parte che se non ci si sfoga subentra la depressione. Non so se questo sia vero ma sfogare la rabbia male non fa, poi ti sentirai meglio!

Alicle
amante
amante
Messaggi : 605
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: Interrompere il no contact...

il Gio Feb 22, 2018 6:55 am
Si, infatti non ho interrotto per tutti i motivi che hai scritto!
Due ore di palestra ed una chiacchierata sono state più utili!
Sfogarsi su di loro non serve a niente sono vuoti e l’empatia la usano a modo l’oro!
🙏🏻 grazie per la comprensione!

Inviato con Topic'it

L'autore di questo messaggio è stato rimosso dal forum - Vedere il messaggio

elisa_
timido
timido
Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 18.12.17

Re: Interrompere il no contact...

il Gio Feb 22, 2018 4:00 pm
non farlo! ti risucchia dentro tipo aspirapolvere e torni nell'incubo!

L'autore di questo messaggio è stato rimosso dal forum - Vedere il messaggio

valevale
timido
timido
Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 25.12.17

Re: Interrompere il no contact...

il Gio Feb 22, 2018 5:08 pm
Nessun biasimo. Ricordo bene le crisi di rabbia cieca, un furore indescrivibile, una volta mentre stavo guidando in macchina.
Riflettere sui pensieri che ho riportato nel post e immaginando quanto potesse essere deprimente un contatto con lui, riuscivo a trattenermi. Sono riuscita a sfogarla in vari modi, camminando soprattutto, piangendo anche, poi viaggio molto e quindi mi distraevo come potevo.
E l'idea che lui non sapesse nulla di come mi sentivo mi rincuorava.

Posso dire che la fase di rabbia non dura molto, prima la sfoghi prima termina e per quanto mi riguarda non ho rabbia da tanto tanto tempo.

L'autore di questo messaggio è stato rimosso dal forum - Vedere il messaggio

valevale
timido
timido
Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 25.12.17

Re: Interrompere il no contact...

il Gio Feb 22, 2018 7:37 pm
Mi è durata qualche mese, un paio di mesi di dolore e rabbia, delle ondate fortissime, mai provato niente di simile prima. Aprile l'ho lasciato, da giugno il no contact, giugno e luglio terribili, da agosto un po' meglio, a ottobre ero già in fase tristezza e gli attacchi di rabbia erano già molto rari, a marzo ne ero fuori, non ho mai voluto nessuno e me ne sono stata molto da sola.

Tengo a precisare una cosa per cui la fase di guarigione mi è durata "poco" ed è stata una ricostruzione forte e a vederla ora meravigliosa. Io lui lo avevo in casa. Subivo gli abusi dalla mattina alla sera, i silenzi non erano quelli del telefono ma mi ignorava mentre eravamo in casa, faceva finta che non esistessi...e poi saltava fuori dicendo che aveva fame e voleva mangiare. E poi di casa non se ne andava, non aveva un lavoro e diceva che essendo sposato con me aveva tutti i diritti di stare in casa mia. E nel periodo più buio, quello di cui ho accennato in un altro post, quando ho pensato di farla finita, lui era in casa mia diceva che non stavamo insieme e chiamava l'altra con me in casa e la chiamava amore. Sono riuscita a sbatterlo fuori il mese dopo ed è andato a vivere da lei ma poi ha cominciato a chiamare e piangere e dire che voleva tornare a casa e come una scema l'ho ripreso, una delle tante volte.
Cucinavo per lui piangendo, gli lavavo i vestiti piangendo, pulivo casa piangendo. In treno tornando a casa dal lavoro ero terrorizzata perchè se la giornata gli era andata storta (non mi era dato saperlo visto che molte volte non si faceva sentire tutto il giorno) se la prendeva con me, e a volte era strafatto d'erba e faceva discorsi da far venire i brividi, come sul fatto che era curioso di sapere cosa si prova a uccidere una persona.
Ho passato i compleanni più brutti della mia vita. Se mi succedeva qualcosa di bello non andava bene e allora anche lui aveva diritto a stare bene (mia sorella una volta per il compleanno mi aveva regalato i biglietti dei Muse e io e lei li adoriamo e tornando a casa tutta contenta gli ho detto del concerto e lui ha risposto che se io uscivo quella sera allora lo faceva anche lui e avrebbe fatto quello che gli pareva).
Se ero stanca non andava bene perchè poverino lui non lavorava e mi invidiava perchè un lavoro ce l'avevo e non dovevo lamentarmi. Poi c'erano le violenze, spinte, pugni, manrovesci, tirate di capelli, minacce di vario tipo e altro peggio tanto che ho pensato di non vedere la luce del giorno e poi c'erano le sue scuse, piangeva disperato dicendo che avevo un carattere di merda, che mi amava alla follia ma con il mio carattere lo portavo al limite e che dovevo cambiare. Tornavo a casa dal lavoro e appena iniziavo a salire le scale cominciava un'ansia terribile, credo fosse panico, mi dovevo appoggiare al corrimano per salire, come sarebbe stato lui? Di buon umore? E poi tutti i soldi che volavano, si è venduto il mio forno a microonde, è sparita una bici, un trolley, lui della bici diceva che gliel'avevano rubata, del trolley non sapeva niente. Non voleva separarsi, alla mia richiesta di separazione ha risposto chiedendo 500 euro al mese di mantenimento e la casa. Io per le sue minchiate ero ridotta a fine mese con 30 euro sul conto.

Tutto questo, una piccola parte, più scrivo e più mi vengono in mente cose ma credo che quello che ho scritto sia sufficiente per dare un'idea della situazione e dello stato d'animo in cui mi trovavo quando ho letto per la prima volta del disturbo. E quando gli ho dato un nome non ho più avuto dubbi. Una volta sbattuto fuori definitivamente di casa e attuato finalmente il no contact e ammesso il fallimento, quello del mio matrimonio, basta, per me è stata una rinascita.

Ero nera di rabbia perchè io credevo nel valore del matrimonio e lui ci aveva sputato sopra, ero nera perchè 4 volte avevo visto la morte in faccia, ero nera perchè avevo dovuto fare i test dell'hiv, ero nera perchè mi aveva ridotto sul lastrico, ero nera perchè voleva portarsi via casa mia, ero nera perchè aveva minacciato di uccidere i miei gatti, nera per le bugie e gli inganni e i tradimenti, nera per quello che avevo dovuto vivere e le cose che ho dovuto sentire ed ero sicura che non ne sarei mai uscita, nera perchè lui 15 minuti dopo già conviveva e ci pensavo e lo immaginavo felice con l'altra mentre il mio mondo era in frantumi, nera per tutte le cose che mi aveva rotto, nera per tutto lo xanax e il triazolam che dovevo prendere, nera nera nera, nera per i 10 chili che avevo perso, per l'insonnia, per la tachicardia. Avevo degli attacchi terribili.

Ho letto nei vari articoli che chi subisce l'ira narcisistica poi impiega meno tempo a guarire perchè non ha dubbi e non rimane nel limbo. Ho parlato con forumine che per il fatto di non essere sicure di stare con un narcisista, non ne uscivano più, rimanevano a pensarci ossessivamente e volevano risposte. Io non avevo dubbi, avevo subito uno schifo, 2 anni di schifo totale. La consapevolezza che ho avuto sin da quando ho letto la parola "narcisista" o "psicopatico" non mi hanno fatto mai vacillare.
Alicle
amante
amante
Messaggi : 605
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: Interrompere il no contact...

il Gio Feb 22, 2018 7:50 pm
@valevale....sono senza parole! Dopo aver letto di te...mi viene la pelle d’oca...e ti vorrei abbracciare per farti sentire meno sola...a volte è necessario starsene da soli a sentire il silenzio soprattutto dopo tutto il “frastuono (leggi violenza)!fisica e mentale che hai subito! Mi sento piccola piccola vale! Ma ti mando un abbraccio che spero ti scaldi il cuore anche se adesso stai bene!🙏🏻💪🏼

Inviato con Topic'it
valevale
timido
timido
Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 25.12.17

Re: Interrompere il no contact...

il Gio Feb 22, 2018 11:36 pm
Se non fosse stato per il forum, non so cosa avrei fatto, l'ho trovato 5 giorni dopo averlo lasciato, e ho trovato tanta tanta comprensione. Ho scritto tantissimo, credo circa 1200 messaggi, dovevo raccontare dopo tanto silenzio.
E' stata una salvezza vera trovare un posto dove le persone sanno ESATTAMENTE come ti senti, sanno cosa devi fare, ti aprono ben bene gli occhi e ti garantiscono che c'è un futuro in cui tutto questo non farà più male, ti supportano in ogni modo e non giudicano. Ero terrorizzata dai giudizi, mi sono sempre chiesta perchè le donne che subivano qualunque genere di violenza non se ne andavano via dal compagno ed ero stata anche io una di quelle. Non ho trovato giudizi...il forum, poi la terapia, poi lo yoga e tanta tanta tanta pazienza. Sono stata fortunata, ho trovato tanto supporto anche fuori dalla famiglia, dagli amici e dai colleghi, anche se nessuno, neanche mia sorella, poteva comprendere perchè era difficile far capire.
Davvero non fosse stato per il forum, non so.

Io sto bene, queste cose sono successe nel 2014, 2015 fino a quel 26 aprile 2016 quando forse per istinto di sopravvivenza ho detto basta.
E' passato del tempo. Non sono più come prima, non si torna come prima, e neanche tu tornerai come prima, perchè questa esperienza che hai vissuto è tanto dolorosa e profonda che non si può pensare di poter tornare come prima, il mondo sarà visto con occhi diversi.
Si cambia, ci si trasforma davvero, io per esempio sono molto più paziente, sono molto più consapevole della vita, non so spiegare questa consapevolezza e la chiamo così, sono molto più "presente", sono molto più serena, vivo molto di più le piccole cose, lascio molto andare, ho imparato a dire no, perchè sono la mia migliore amica, ho imparato a stare da sola e a starci bene, ho imparato a vivere nel presente, e questo ferma il tempo, ti stacca dal passato, non ti fa avere paura del futuro.

Hai mai fatto attenzione alle parole di Sally di Vasco Rossi? Ci accade proprio questo, lo stesso percorso, fino all'ultima frase, che forse era giusto così. Se hai voglia ascoltala, a me faceva compagnia perchè sapere che qualcun altro aveva vissuto lo stesso ed era sopravvissuto mi dava forza e non mi faceva sentire pazza o anormale o irrimediabilmente rovinata.

La rabbia che provi è una fase, dolorosa ma temporanea e necessaria per andare al passo successivo. In realtà anche se soffri come un cane stai guarendo. La mente si deve disintossicare e lo fa in un modo terribile, ma credimi se ti dico che tra qualche tempo non la proverai più, e che starai sempre meglio.

Un abbraccio grande.

L'autore di questo messaggio è stato rimosso dal forum - Vedere il messaggio

Contenuto sponsorizzato

Re: Interrompere il no contact...

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum