Condividi
Andare in basso
cassandra
attivo
attivo
Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 27.12.17

vi chiedo aiuto

il Mar Gen 09, 2018 4:46 pm
Vi sto scrivendo con le mani che mi tremano.Ho appena ricevuto la notizia che mio padre ha un tumore maligno.
Di primo istinto gli ho scritto e lui mi ha risposto in modo freddo e cordiale.
Mi viene da vomitare.
Come ho potuto scrivergli...con tutto quello che mi ha fatto a me e la mia famiglia .mi sembra di avere tradito mio padre.
avatar
Dreamer
attivo
attivo
Messaggi : 417
Data d'iscrizione : 20.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Mar Gen 09, 2018 7:44 pm
Ciao cassandra! Mi dispiace tanto per tuo padre. E non posso immaginare come vi sentiate in famiglia e come stia tu.
Non darti addosso perchè lo hai contattato. Io penso che sia del tutto normale. Lui per te è stato una persona importante, gli hai voluto bene nonostante quello che lui ha dimostrato di essere, avete trascorso tre anni insieme e non si cancella tutto via dai nostri cuori che hanno amato sinceramente con un colpo di spugna.
Volevi conforto e fino a non molto tempo fa lui era il tuo ragazzo...volevi solo un pò di conforto da qualcuno che hai amato e con cui hai condiviso una parte della tua vita e il legame non si spezza da un giorno all'altro. E' normale. Quello che devi affrontare nella tua famiglia, quello che deve affrontare tuo padre è un durissimo colpo, perciò lo hai ricercato di nuovo. Non è tradire tuo padre. Sei sconvolta, naturalmente e sei umana.
Probabilmente avrei fatto la stessa cosa anch'io...
Certo, la sua risposta...beh, continuiamo forse ad aspettarci qualcosa che non possono darci. Ti abbraccio forte virtualmente.
minou
attivo
attivo
Messaggi : 387
Data d'iscrizione : 17.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Mar Gen 09, 2018 8:38 pm
Tesoro...mi dispiace tantissimo per tuo papà . So bene come ti senti.. .notizia shock, ti sembra di aver preso un colpo in testa... Se hai voglia di parlare sono qui. Ti scrivo in privato.
Per quanto riguarda il tuo ex... no comment. Ma ancora una volta hai avuto la prova di che razza di persona sia. Non sentirti in colpa , hai provato. Un abbraccio forte
sissi
Admin
Admin
Messaggi : 1314
Data d'iscrizione : 26.11.17

Re: vi chiedo aiuto

il Mar Gen 09, 2018 10:14 pm
mi spiace tantissimo per tuo padre, cosa si puo' dire ? Per quanto riguarda lui, e' tremendo, gli scriviamo per avere conforto e dopo siamo ancora più delusi ancora più dispiaciuti, non c'e pietà per noi, nè per gli altri. Forrza, racconta le tue difficoltà a qualcuno a cui interessa veramente. Un abbraccio
Alicle
amante
amante
Messaggi : 605
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Mar Gen 09, 2018 10:27 pm
Cara Cassandra, mi spiace moltissimo per tuo papà. Non bisogna mai perdere la speranza è stai vicino a tuo papà, è lui che ha bisogno di te e tu di lui. Vedrai sarà lui che ti darà forza.

Quanto al bastardo non penso sia una novità perciò non commento. Non darti colpe solo per il fatto di essere umana. Tu al posto del tuo ex lo avresti accolto e confortato. Un comportamento più che normale e sano. Non è colpa tua se è un miserabile verme. Coraggio. Un abbraccio

Inviato con Topic'it
cassandra
attivo
attivo
Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Mar Gen 09, 2018 10:36 pm
la cosa peggiore è che....non mi ha risposto insultandomi....mi ha risposto freddamente....ma in modo cordiale...sapete quella cordialità fredda tipica degli estranei?studiando entrambi medicina gli avevo chiesto di fatto un parere su quanto studiato...sperando in conforto umano...e di fatto mi ha risposto dicendo di non fasciarmi la testa prima del tempo...quindi è stato gentile no?ma non so per quale motivo...vi giuro..avrei preferito mi avesse insultato che questa freddezza cordiale....perchè è come se fosse stata un'occasione in più per lui per fare vedere quanto è buono e misericordioso.non so come spiegarlo....mi è venuto subito il vomito...è come se gli avessi dato l'occasione per fare il misericordioso e credersi buono dopo quello che ha fatto a me e anche a mio padre.mio padre disperato mi era venuto a prendere nella città universitaria dove studio perchè dal dolore per come mi aveva lasciata avevo paura ad uscire di casa...e non avevo forza di camminare fino al treno...mio padre in questo ultimo anno ha ricevuto un carico di preoccupazione e stress enorme anche e proprio per quello che mi stava facendo lui...come potete immaginare un padre molto sensibile o una madre....se avete dei bimbi...soffrono tremendamente a vedere una figlia massacrata psicologicamente da un fidanzato...che rischiava magari anche il suicidio per la disperazione....mi aspettavo magari la risposta calda di una persona che comunque ti ha amato..o in alternativa un pò di insulti come ha fatto fino ad ora...non questa CORDIALITA'.non riesco a capire nemmeno bene perchè questa cordialità mi ha ferito più di mille insulti.
anja-1985
attivo
attivo
Messaggi : 424
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Gio Gen 11, 2018 12:31 am
Ciao Cassandra,mi spiace molto per la tua situazione,e mi spiace molto per il dolore che provi per aver tradito tuo padre e te stessa.
Avresti preferito non rispondesse,così da poterti dare la conferma che lui è la merxa che credi sia.
E invece..questa cordialità.. Che sa tanto d inganno.
Forse è questo che ti ferisce della sua cordialità, che tu gli abbia dato nuovamente la possibilità d ingannarti.Un po la mente ha vacillato di nuovo.
La vorresti una figura di sostegno in questo momento,delle braccia nelle quali piangere. Ed hai pensato a lui.istintivamente. ma la tua carne lo sa chi è lui.e fa male che non abbia bracce e cuore sano da cui farsi confortare.
Gli hai dato importanza nuovamente,togliendoti la sacralità del dolore di una figlia e la malattia di un padre. Se solo tuo padre sapesse che gli hai parlato della sua malattia,lui che è venuto a prenderti perché ti aveva ridotta una larva ,e non poteva lui ammazzare con le sue mani questo essere immondo che tanto ha ferito la sua principessa.
A volte si ricade..Cassandra abbraccia e goditi tuo padre.
È stato solo un errore banale e comprensibile...passaci oltre.
Non lo contattare mai più.Non lasciare che entri mai più,nella tua vita,nella tua famiglia,tra te e tuo padre.
Un abbraccio.
sissi
Admin
Admin
Messaggi : 1314
Data d'iscrizione : 26.11.17

Re: vi chiedo aiuto

il Gio Gen 11, 2018 3:16 pm
secondo me stai così male perchè senti come che la responsabilità della malattia di tuo padre possa essere una tua responsabilità. Ma non e' così, non hai colpe, se non cercare ancora attenzione da lui. ogni volta che gli scriviamo vorremmo avere quella comprensione che abbiamo sempre sperato, e invece eccola là, un risposta che se arriva , sono due parole messe insieme senza alcun tipo di interesse. Ma adesso lo capiamo, e ci chiediamo perchè lo facciamo, ma oramai di nuovo siamo a sperare in qualcosa che non sarà mai. Pechè non provi a trovare un gruppo di auto aiuto per la dipendenza affettiva?
cassandra
attivo
attivo
Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Gio Gen 11, 2018 4:21 pm
vi prego non andateci giù così pesante.ho scritto qui per ricevere empatia da persone che sanno cosa vuol dire sofferenza non per essere giudicata così duramente.è un momento così delicato in cui qualsiasi cosa mi destabilizza...vi chiedo pietà perchè io già non ne ho per me.
Per quanto riguarda la dipendenza affettiva.Io in realtà non sono il tipo di donna che si innamora del "cattivo ragazzo",anzi ..non li posso proprio vedere.
Sono stata ingannata come moltissimi altri di voi.Si era mostrato un angelo e solo per quello l'ho scelto.Una volta che mi sono fidata di lui e gli ho dato la mia anima sono iniziati i comportamenti strani.A quel punto però avevo già investito così tanto che mollarlo mi sembrava innanzi tutto da str**** (perchè avevo paura di ferirlo per una questione di scrupolo)e poi perchè mi sembrava di perdere tutti i miei risparmi.L'errore che ho fatto è stato di fidarmi e dare il mio cuore così apertamente e romanticamente.
Certo poi ho un alto livello di tolleranza nei confronti dei maltrattamenti.Nel senso che cerco sempre di mettermi nei panni dell'altro e giustificarlo anche se si comporta male e contestualmente essere molto severa senza appello con me stessa.Però questo più che un disturbo di personalità da dipendenza affettiva è il mio stesso modo di essere:molto tollerante con gli altri e poco con me stessa,molto romantica sentimentale,riflessiva e piena di dubbi.Tutte caratteristiche che mi rendono un bocconcino appetitoso per un narcisista patologico,ma che in realtà non sono patologiche al di fuori di una relazione con un narcisista.L'ho già scritto tempo fa:le stesse caratteristiche in un rapporto con un uomo normale,anche solo un pò sensibile e comprensivo sarebbero ottime per creare una bella relazione di rispetto reciproco.Semplicemente queste caratteristiche sono micidiali se alla mercè di una persona manipolatrice bugiarda e violenta.Però tengo a sottolineare che io non ho scelto lui sapendo che era così.L'ho scelto proprio perchè SEMBRAVA il contrario.Non sono una masochista o crocerossina.Sono impantanata ancora in tutto questo perchè l'ho dovuto rivedere continuamente e perchè è come se avessi preso una carica di coltellate.Ci credevo talmente tanto nella relazione...che ho veramente dato tutto(sbagliando).E mi sento come se andandosene mi avesse eviscerato.E questo ha generato in me una specie di disturbo post traumatico da stress.E penso sia comprensibile.Direi che non mi manca più lui.Ma mi manca tutto quello che ho dato e perso.E non ho superato il trauma di quello che mi ha fatto.Incubi,attacchi di panico,peso sul petto costante.Perchè ancora il mio cervello non riesce a concepire come un essere umano possa NON SENTIRE NIENTE.Questo mi spaventa a morte.Quando avrò accettato tutto questo e accettato cosa è la vita...penso lo supererò.
cassandra
attivo
attivo
Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Gio Gen 11, 2018 4:26 pm
Altra cosa che non mi permette di "guarire"è vederlo che va avanti tranquillo....mi ha torturato e quasi ucciso....dovrebbe stare in carcere...invece ha successo,ride e scherza.In fatto che non ci sia giustizia o rimorso.Anche questo non mi da pace.Però è sempre impossibile spiegare alle persone che per annientare un essere umano non deve esserci per forza violenza fisica.Quindi vengo sempre presa per "esagerata" e non vengo mai creduta...nemmeno nel mio dolore.Queste cose non mi danno pace.
cassandra
attivo
attivo
Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Gio Gen 11, 2018 4:29 pm
Detto questo ora c'è qualcosa di ancora più grave a cui devo pensare.Ma incredibilmente questa cosa così grave ha inasprito ulteriormente il dolore che già provavo.E' una specie di somma che crea un effetto esplosivo.Una cosa inasprisce l'altra.E per di più mi sento in colpa perchè non dovrei nemmeno pensare a lui un solo secondo con quello che sta succedendo alla mia famiglia.Quindi mi sento pure una traditrice e una schifosa a pensare a lui con quello che sta accadendo.E' una specie di miscela esplosiva.Vi scrivevo per pura disperazione.
anja-1985
attivo
attivo
Messaggi : 424
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Gio Gen 11, 2018 6:42 pm
Ciao Cassandra,mi rendo conto che a volte bisogna specificare anche l intenzione di un discorso,(mi eifwrisco al mio)si rischia di ottenere l effetti contrario.
La mia intenzione non era giudicarti,ho semplicemente riscritto quello che tu hai scritto di te,di come ti senti e da dove provengono i tuoi sensi di colpa e sofferenza.
Dopo aver riassunto ed esposto i tuoi dolori,l unico consiglio era questo.


"A volte si ricade..Cassandra abbraccia e goditi tuo padre.
È stato solo un errore banale e comprensibile...passaci oltre.
Non lo contattare mai più.Non lasciare che entri mai più,nella tua vita,nella tua famiglia,tra te e tuo padre.
Un abbraccio."

Scusami se non mi sono spiegata bene.
Bianca8026
Admin
Admin
Messaggi : 243
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: vi chiedo aiuto

il Gio Gen 11, 2018 6:43 pm
Cassandra... che brutto leggere il tuo dolore, fa male non poterti sollevare da quello che stai passando.
Ti vorrei dire però di non fissarti su parole, toni ed ex
Perché tu ovviamente hai pensato di dirlo anche a lui e comunque per farlo avrai avuto le tue ragioni... probabilmente hai cercato di dargli l'opportunità di riscattarsi... lo abbiamo fatto in tante... non è andata così e vabbè non puoi farne un dramma, ora sai che hai altro da pensare, qualcosa di più importante!
Anch'io ho fatto stare malissimo i miei genitori, a mio padre son venuti gli attacchi di panico a causa della mia situazione, da quando mi vede serena sta meglio, quindi se vuoi aiutare tuo padre cerca di stare bene, lui ne gioverà e sappi che il problema di salute che ha tuo padre ha avuto sicuramente altre cause quindi tu non darti colpe ma di certo puoi aiutarlo in quello che deve affrontare e se vede che sua figlia finalmente sta bene affronterà tutto come si deve. Ormai sai come stanno le cose col tuo ex, in questo senso quella telefonata fossi in te la considererei liberatoria!
Ti abbraccio forte Cassandra
avatar
Dreamer
attivo
attivo
Messaggi : 417
Data d'iscrizione : 20.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Gio Gen 11, 2018 7:12 pm
Ciao cassandra! Io concordo con tutto quello che hai scritto e riconosco me e ciò che mi ha legato (e mi lega?) al mio narc.
Proprio per questo, come ti ho scritto, non devi assolutamente sentirti in colpa per avergli scritto o perchè pensi a lui, nè devi accusare te stessa di essere traditrice o in qualche modo irrispettosa del dolore di tuo padre e della tua famiglia.

Il dolore che ci hanno causato e come hanno usato e poi bistrattato i nostri sentimenti non fa parte di una relazione normale, perciò chi non ha mai vissuto nulla del genere non sa che anche la fine della relazione non è affatto "normale".
Lui ti ha distrutto, ha spezzato il tuo cuore e i tuoi sogni, ha violentato tutto ciò che di bello gli hai donato, amandolo, perdonandolo, comprendendolo e sostenendolo in nome di un'immagine falsata che lui ti/ci aveva dato all'inizio.
E ora che ti/ci ha fatto a pezzi il legame esiste ancora per noi insieme al dolore e alla delusione. Vedere che per lui è bastato solo sistemarsi un attimo il ciuffo per andare avanti per la sua strada incurante di te, fa troppo male. Facile dire, dimenticalo, vai avanti ecc. Proviamo ancora troppe cose per loro (mancanza di ciò che ci ha fatto innamorare e rabbia e incredulità per ciò che si sono rivelati di essere), e quelle cose continuano a tenerci legate, inutile negarlo.

Ora, a un dolore già così profondo si somma quest'altro per tuo padre. Nell'uno come nell'altro caso, probabilmente senti di non avere molto potere.
Pensi a lui, è normalissimo!!
Non dovresti, sì, lo sappiamo tutti bene, ma chiaramente ci pensi perchè non puoi "guarire" tuo padre, e ora che devi essere forte vorresti giustamente l'appoggio amorevole di chi hai amato e in cui hai creduto. Certo, anche qui, sai bene da sola che non puoi averlo da lui...ma porca miseria se capisco come lo vorresti!! L'accettazione non c'è ancora, arriverà alla fine del nostro processo di elaborazione del dolore. Non siamo ancora in quella fase.
Giusti i consigli di pensare a te stessa, a stare bene e pensare a tuo padre. Lo farai senz'altro, raccogliendo tutte le forze di cui disponi. Però voglio dirti di non condannarti se ti capita di pensare ancora a lui. Costringerti a non pensarci ha l'effetto opposto. Perciò se ci pensi ok, accettalo, sii gentile e comprensiva con te stessa ora più che mai.
Sai bene chi è lui, non si tratta di questo adesso. C'è ancora un  legame e aver creduto fortemente in una relazione da cui sei uscita con le ossa rotte.
Perciò secondo me che quello che provi e che senti e che pensi è assolutamente naturale. Non darti troppo addosso, almeno tu.
cassandra
attivo
attivo
Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Ven Gen 12, 2018 4:41 pm
Ho bisogno di raccontarvi una cosa.Sono giorni in cui è estremamente vivo il pensiero e l'analisi sul mio ex.
Sto per scrivere cose che forse sembrano paranoiche ma forse qualcuno di voi potrebbe essersi trovato nella stessa situazione.
L'ultimo mese quando tutto è precipitato è iniziato da un giorno in cui ha avuto attacco di ira in cui lui mi ha detto "maledetta ti ammazzo".Quel mese è stato veramente l'inferno più totale.Gli attacchi di panico che ho giungono quando penso a quei giorni.30 giorni di tortura pura.
Mi ha detto "maledetta ti ammazzo".Io sconvolta sono tornata a casa,avevo paura,non gli ho più scritto per 5 giorni aspettando che lui dicesse qualcosa,che nel silenzio avesse magari potuto riflettere su quanto fatto(per esperienza sapevo che parlargli era inutile,anzi tutte le volte che parlavo con lui aveva attacchi di ira sempre più forti,quindi pensavo che attendendo che il passo per parlare lo facesse lui sarebbe andata meglio).Inizialmente mi mandava solo la buonanotte.Freddamente.Mano a mano che i giorni passavano.Aggiungeva qualche parola più carina come "se vuoi parlare sono qui".Ma voi tutti penso capiate che dopo che al culmine dell'ennesimo attacco di ira il vostro compagno vi dice "maledetta ti ammazzo"di certo non è un "se vuoi parlare ci sono,ti voglio bene" che ti fa rispondere!!!!!!!!!ti aspetti quanto meno delle scuse sincere e che sia veramente ma veramente pentito!!!quindi avevo deciso di non rispondergli fino a che lui non avesse dimostrato che si rendeva conto della gravità!!!!!!!.mi mangiavo le mani...volevo rispondere...ma decisi che non dovevo farlo perchè doveva CAPIRLA LUI la gravità.non ero io a dovergli dire che quello che faceva era grave!!!.
Uno di quei giorni mi disse...."ho deciso di andare da una psicologa domani per l'attacco di ira che ho avuto".Anche lì...niente scuse.Solo "vado dalla psicologa".Il giorno della psicologa mi dice "sono andato,è stato molto utile",ma poi dice "perchè non mi rispondi da giorni???????????????????ho una dignità anche io!!!".Al che io...allucinata....LUI HA SCRITTO A ME "HO UNA DIGNITA'!!!!RISPONDIMI" LUI HA SCRITTO CHE MANCAVO DI RISPETTO ALLA SUA DIGNITA'??????????????MENTRE LUI A DIRE AD UNA RAGAZZA MALEDETTA TI AMMAZZO E URLARE IN MEZZO ALLA STRADA CON LA GENTE CHE GUARDAVA "SMETTI DI PIANGERE MI ROMPI I COGLIONI!!!!".......lui la mia dignità??????????????????????????????.Al che gli rispondo e gli dico...."ma stiamo scherzando?????tu dici che io ti manco di rispetto a non rispondere a frasi fredde e per niente sintomo di pentimento CON QUELLO CHE TU MI HAI FATTO".....lui...una volta finalmente ottenuta la mia risposta cosa fa?????.Prende la palla al balzo e inizia a massacrarmi!Sì ero caduta ancora nella sua trappola.Mi aveva fatto sentire in colpa per non avergli risposto,io sono caduta e lui poteva ricominciare....mi disse che lui era PER SINO ANDATO DALLA PSICOLOGA PER ME mentre io ERO PERFIDA E GLI RISPONDEVO MALE!!!!!.....la sera stessa mi ha detto cose che.....in confronto calci nello stomaco erano carezze....e mi disse anche...."sia chiaro:ora hai due scelte:O MI MOLLI(voleva fossi io a mollarlo)O MI TIENI APATICO"....non mi parlò più...lo chiamai disperata..mi rispondeva "che cazzo vuoi ho altro da fare"...."racconto alla psicologa QUELLO CHE MI HAI FATTO".....lui mi disse che aveva raccontato alla psicologa tutti i soprusi che gli avevo fatto.....io gli chiesi allucinata....che soprusi????e lui "non vengo a dire a te le mie cose private"....al che io gli dissi..."SONO INNOCENTE!!!TI PREGO CREDIMI"mi sentivo come in tribunale e non sapevo per quale crimine!!!!!!!!!!!!!!e lui mi disse "sarà la psicologa,che è giovane e bravissima a dire se sei innocente o no".....per me fu.......incredibilmente doloroso.....una estranea che NON CONOSCEVA LA MIA VERSIONE E SENTIVA LE BALLE DI QUEL BUGIARDO DOVEVA DECIDERE SE IO ERO INNOCENTE O MENO???????????????????????????????????????????????...gli chiesi...."allora fammici parlare con la tua psicologa almeno se deve decidere se sono innocente deve sapere la mia versione"...lui "NOOOOOOO VEDI CHE MI VUOI CONTROLLARE...NON SOPPORTO PIU LE TUE INGERENZE NELLA MIA VITA"............insomma ogni cosa gli dicessi per tentare disperatamente di difendermi e SALVARMI LA VITA la usava contro di me.beh....io non lo mollai...così come aveva promesso iniziò con l'apatia...non mi guardava più in faccia...gli cercavo la mano per accarezzargliela...e lui rimaneva immobile....lo abbracciavo...e rimaneva immobile.....lo pregavo di guardarmi negli occhi e lui mi diceva "TI GUARDO NEGLI OCCHI"..ma non lo faceva...mi sembrava di stare diventando matta....gli chiesi dolcemente "non puoi semplicemente amarmi????????????????" e lui....."se è questo che vuoi..."...gli chiesi di vederci e lui mi disse "si posso venire ma posso stare solo mezz'ora poi ho il treno" oppure "si io lo faccio anche però devo andare via la mattina alle 4 se vengo da te"...e io pur di vivere il tempo con lui con l'ansia di non disturbarlo o di non fargli fare sacrificio gli dicevo "no fa niente" anche se desideravo stare tanto con lui.il tempo che passavo con lui ogni secondo me lo faceva pesare...ero diventata quasi nevrotica guardavo l'orlogio perchè me lo rinfacciava se gli facevo perdere mezz'ora in pià di quello che aveva stabilito.una sera mi disse per l'ennesima volta che NON POTEVA VENIRE(ennesima scusa)....a quel punto gli dissi QUESTA APATIA E' UN ARMA LETALE CHE NON PUOI USARE E' TERRIBILE!!!!!!!!!!!!!e lui disse "se sono apatico....è perchè TU MI HAI FATTO DIVENTARE APATICO"...a quel punto la disperazione era tale che con tutta la mia passione disperata gli dissi L'APATIA E' UNA SCELTA,NON E' UN EMOZIONE E' UN MODO DI COMPORTARSI,DI ATTEGGIARSI,E' UN ATTITUDINE CHE SI DECIDE DI AVERE E DECIDI DI AVERLA CONTRO DI ME L'APATIA E' L'ESATTO OPPOSTO DELL'AMORE E' PEGGIO DELL'ODIO!!!!!!!!!IO CON TUTTO QUELLO CHE HO SUBITO DEVO PREGARTI DI RICEVERE UN TUO ABBRACCIO MENTRE TU CON TUTTO QUELLO CHE MI HAI FATTO TI PERMETTI PER SINO DI TRATTARMI CON APATIA????????????????????!!!!!!!!!!!!!!!!!!!....non l'avessi mai detto...assist perfetto....ero talmente alterata e disperata di perderlo per sempre senza poter fare nulla.....lui mi disse una cosa stranissima....."chiamami e dimmi le cose per telefono...."sapendo che molto probabilmente le avrei dette ad alta voce disperata....vi dico che è stranissimo perchè...lui non voleva MAI parlare per telefono...e proprio in quel momento di alterazione...INSISTEVA PERCHE' LO CHIAMASSI.....come se....volesse fare assistere a qualcuno...come se volesse registrarmi...come se ....stesse raccogliendo prove per farmi passare per pazza......lui sapeva che rischiavo il suicidio per quello che mi stava facendo...glielo avevo detto.....e batteva sul fatto che io ero pazza...e che secondo lui tutti lo dovevano sapere.....instintivamente...mi sono detta "no non chiamarlo...sembra che voglia raccogliere prove per un delitto perfetto"
cassandra
attivo
attivo
Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Ven Gen 12, 2018 4:52 pm
Il giorno dopo mi disse che doveva andare da un suo amico psicologo a raccontargli che io gli davo del narcisista ingiustamente.E che il GIORNO DOPO sarebbe venuto da me per mollarmi perchè IO NON POTEVO OSARE DIRE CHE NON DOVEVA ESSERE APATICO.Lui mi disse la sera che il giorno dopo con calma sarebbe venuto a mollarmi........non so se .......avete presente.........chi annuncia......che il giorno dopo.......come pensava avrei passato la notte???????????'sapendo che il giorno dopo sarei stata mollata senza appello???????che cosa perversa è??????????????????????????.Ho avuto un crollo.....(vivevo in casa sola lontano dai miei)...chiamo mio padre...non riesco a parlare....lui intuisce che ....il livello di esasperazione in cui sono può essere letale....chiama lui...gli dice "cosa succede???mi ha detto la vuoi mollare"...lui gli risponde "nono...lei ha capito male,è alterata".....lui si presenta da me quella sera....appena mi vede mi insulta..."mi dice...rimango con te SOLO SE OBBEDISCI A QUESTI 3 ORDINI"...me li elenca....mi sembra tutto surreale...mi sta dando degli ordini come fossi un cane.....mi dice anche mentre piango "QUANDO HAI FINITO DI ROMPERE CHE IO VORREI ANCHE DORMIRE".................sempre più surreale....mi sembra di essere sventrata...un colpo dietro l'altro...lui prende sonno tranquillamente..io mi rigiro nel letto piango.....lo copro con la copertina perchè non prenda freddo(lo so è ....un horror...io lo copro con la copertina perchè non prenda freddo mentre lui mi sta ammazzando)....continuo ad alzarmi...vorrei urlare ma non urlo perchè...non voglio disturbare il suo sonno....esco dalla porta....rientro...lui si sveglia...mi dice cosa voglio...io dico che vado a fare un giro...lui si sveglia incazzato e dice OK TI PORTO A FARE UN GIRO...facciamo una passeggiata di notte...lì lui mi dice..."sono venuto perchè NON VOGLIO CHE TUO PADRE SI INVENTI CHE TI HO ISTIGATO AL SUICIDIO....mi rovinerebbe la carriera"........e io penso....COSA C'ENTRA L'ISTIGAZIONE AL SUICIDIO E LA SUA CARRIERA....poi mi dice "mi sono informato...per istigare al suicidio devi dire letteralmente ad una persona di uccidersi...non vale indirettamente"...io penso "mio dio....è andato a fare ricerche su cosa viene considerato o meno istigazione al suicidio...."SI CERCA GLI ALIBI!!!!!.era andato dalla psicologa e gli ha mostrato I MIEI MESSAGGI PRIVATI dove ero alterata e disperata ...per mostrarle che ero PAZZA.....mi ha fatto capire che era inevitabile che una pazza come me si suicidasse...che praticamente era normale se lo facevo....perchè ero malata,MA CHE LUI NON C'ENTRAVA.lui mi mollava e DOVEVO UCCIDERMI A CASA.infatti uno dei suoi 3 ordini era che dovevo partire ASSOLUTAMENTE L'INDOMANI.dovevo uccidermi in un'altra città altrimenti....potevano collegare il mio dolore a lui....
cassandra
attivo
attivo
Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Ven Gen 12, 2018 4:58 pm
quando l'ho poi contattato dopo che mi ha mollato mi ha detto che se lo contattavo mi avrebbe denunciato per stalking,che ero pazza e che la sua psicologa e i suoi amici lo sapevano...quindi nessuno mi avrebbe più creduto.
Lui raccoglieva prove per fare in modo che ...io mi suicidassi(per il dolore PROVOCATO CONSAPEVOLMENTE DA LUI)...e che la colpa ricadesse sul fatto che ero MATTA e lui era un povero innocente vittima di una pazza.Il delitto perfetto....
Perdonate i messaggi lunghi ma io sto....PROPRIO IN QUESTO MOMENTO MENTRE SCRIVO....ammettendo cose che ....ho negato....continuamente.....sento che mentre sto scrivendo è come se fosse saltato un tappo di dissonanza cognitiva...ancora ora non riesco ad accettarlo e mi dico "DAI E' IMPOSSIBILE SEI PARANOICA".....e mi vergogno a scriverlo.....mi vergogno a morte perchè ...sono stata così male per uno che mi voleva morta.....ma sento che scriverlo e finalmente dirlo a qualcuno mi fa stare meglio.....
poi forse sono paranoica davvero......ma Sono sicura che non sono l'unica donna che ha avuto la sensazione che il narcisista volesse che si suicidasse...
cassandra
attivo
attivo
Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Ven Gen 12, 2018 5:03 pm
scusate non ho camuffato le parolacce ...riportavo i suoi esatti discorsi e perdonatemi per questa volta ho scritto a getto.scusatemi davvero.non lo farò mai più.
anja-1985
attivo
attivo
Messaggi : 424
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Ven Gen 12, 2018 5:56 pm
Cassandra, i tuoi racconti non lasciano dubbi su di lui,e la situazione emotiva in cui sei è frutto della sua pericolosità.
È ora di allontanarsi iniziare il no contact e disintossicarsi.
Tutto quello che fa è dannoso per te.
È molto pericoloso.
Potresti consultare un supporto psicologico che ti faccia capire bene cosa ti ha fatto e in che modo.
La psicologa da cui va avrà capito subito il soggetto.Non preoccuparti di cosa pensa lei.
È un modo per farti impazzire.Tu non hai sbagliato nulla e non hai nessuna colpa,sono solo i suoi giochi a tenerti legata in questo dramma.
Per questo ora è essenziale che tu decida per il no contact.

valevale
timido
timido
Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 25.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Ven Gen 12, 2018 6:01 pm
Ciao Cassandra,
ti capisco, ho vissuto gli stessi surreali momenti in passato.
Ora probabilmente sei disperata e confusa e non riesci a vedere un pochino al di fuori quello che è successo. Forse con le mie parole sarò dura ma la mia non è assolutamente una critica nè un giudizio, non c'è nulla di giudicante nelle mie parole.

Questo tuo episodio è il fondo in cui si arriva e si capisce quanto malata arriva a essere la situazione, lui che si comporta così come si comporta e tu che vuoi essere amata dalla stessa persona che ti dice "maledetta ti ammazzo". E' tutto completamente disfunzionale. COLPA SUA, lo sottolineo subito. Ma una cosa puoi fare tu, allontanarlo dalla tua vita, salvarti. Solo tu puoi farlo, non sarà lui, non saremo noi e non saranno le persone a te care. Devi fare un atto di fede e ascoltare le persone nel forum che ti dicono che si starà bene e avere ciecamente fede in questo. Anche se sembra impossibile, anche se ci vorrà un sacco di tempo.

E te lo dico io che poco meno di 3 anni fa tornavo da lui quando più di una volta è stato li li per togliermi la vita.
E che volevo amore dalla stessa persona che mi prendeva per i capelli, mi spingeva la mano a pugno contro la guancia e mi diceva che mi avrebbe rotto i denti.
La stessa persona che diceva che era colpa del mio carattere di merda se si comportava cosi e perdeva la testa e io mi guardavo allo specchio e mi dicevo che "dovevo cambiare", mi guardavo i segni sul collo, me li nascondevo e andavo a lavoro trattenendo le lacrime e con un dolore lancinante ogni volta che deglutivo. La stessa che diceva che era colpa mia del mio essere una pessima moglie se mi tradiva. Lo stesso che minacciava di ammazzarsi se non tornavo con lui. Lo stesso che attuava i suoi maledetti silenzi in casa.

Da queste persone non avremo mai amore. E l'attaccamento che abbiamo è dipendenza indotta, non possiamo essere innamorate di questo loro modo di essere, è impossibile, chi amerebbe questi comportamenti in una persona? Sono individui talmente piccoli, con cosi poco da dare e da insegnare e da condividere, meriti di più di tutto questo. Meriti rispetto, meriti stima, meriti serenità e meriti felicità. Loro ci stanno intorno e tornano perchè noi, consciamente o inconsciamente, permettiamo loro di farlo. Tornano perchè sanno che possono tornare, ma potremmo essere noi o chiunque altro e non farebbe la minima differenza per loro.Tornano e ci stanno intorno perchè capiscono che siamo ancora disposte a ballare con loro e a farci maltrattare. Perchè è proprio questo che gli permettiamo di farci: maltrattarci.
Quello che ti ha fatto è violenza. Non c'è niente di amore in quello che ho letto.
anja-1985
attivo
attivo
Messaggi : 424
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Ven Gen 12, 2018 6:02 pm
È una sensazione bruttissima quella che provi,pensare di arrivare ad uccidersi per dimostrare la propria innocenza.
Ti instillando la sensazione che sia tu quella sbagliata,e fanno impazzire te per evitare di impazzire loro.
Se chiudi ogni canale di comunicazione è probabile che "scleri" con la psicologa.
L hai scoperto e ora vuole farti fuori per evitare d impazzire lui,se proietta il male su di te,lui sta bene.
Non lasciarglielo fare.Allontanati.
anja-1985
attivo
attivo
Messaggi : 424
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Ven Gen 12, 2018 6:10 pm
Valevale
Quando leggo di uomini violenti con le donne,mi verrebbe voglia di chiedervi l indirizzo e i loro dati per far loro una visita di "cortesia".
Ci vorrebbe un clan punitivo...
Scusa la mia rabbia
valevale
timido
timido
Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 25.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Ven Gen 12, 2018 6:19 pm
anja-1985 ha scritto:Valevale
Quando leggo di uomini violenti con le donne,mi verrebbe voglia di chiedervi l indirizzo e i loro dati per far loro una visita di "cortesia".
Ci vorrebbe un clan punitivo...
Scusa la mia rabbia

Ti ringrazio, Anja. Ormai sono fuori da questa storia da tanto tempo.
Posso però assicurarti che la violenza più dura da elaborare è quella psicologica.
Anzi parlando con persone anche del forum la violenza fisica, se da una parte ha bisogno di ulteriore percorso psicologico per essere affrontata, è quella che alla fine fa scattare l'istinto di sopravvivenza e ti permette di uscire dalla relazione tossica più in fretta, proprio perchè non lascia dubbi sulla tossicità dell'altra persona.
La violenza psicologica, invece, più nascosta e nebbiosa e che non riusciamo a capire che è anche lei violenza, ecco quella è veramente terribile da affrontare proprio perchè prima dobbiamo capire ed etichettarla come violenza ma non è facile.
cassandra
attivo
attivo
Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 27.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Ven Gen 12, 2018 6:24 pm
Grazie per le parole...Valevale...grazie per la tua testimonianza....grazie.....
dio è così difficile.Quando ti dicono che sei tu ad averli provocati.E te lo ripetono mille volte.Io anche se razionalmente so che qualcosa non quadra purtroppo ancora ne sono convinta.Mi risuona nella testa.Diceva che se aveva attacchi di ira,momenti di puro sadismo,se flirtava con le altre,se mentiva brutalmente era PER IL MIO CARATTERE,perchè ero la donna più esasperante che avesse mai conosciuto,che ero ESAGERATA.che con un altra donna migliore più dolce e normale non le avrebbe mai fatte quelle cose.che lui avrà sbagliato magari qualcosina ma gli errori madornali li ho fatti sempre io.
Dite che è assurdo vero???Una persona non può dire "se ti ho fatto male è perchè te lo sei voluto" ...non ha senso giusto?.Se un uomo dice così bisogna scappare a gambe levate o ha la sua verità che comunque sono io che lo provoco?.
Continuo a chiedermelo....e me le chiedo ancora di più perchè lui di fatto non mi ha toccata(ma da quello che ho capito perchè non voleva avere denunce per la carriera...).Non ho ferite da mostrare quindi nessuno mi crede.
anja-1985
attivo
attivo
Messaggi : 424
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: vi chiedo aiuto

il Ven Gen 12, 2018 6:40 pm
Ti crediamo noi Cassandra!
È lui il matto e come dice Vale ,la violenza psicologica è difficile da individuare,cioè non è cosi evidente,o meglio il tuo disagio è il risultato della sua violenza e questo è difficile farlo capire.Lo capisce un esperto o chi ci è passato.Non sei tu,è lui il matto
Contenuto sponsorizzato

Re: vi chiedo aiuto

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum