Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Sab Gen 06, 2018 8:50 am
Ho una domanda da farvi:
Come avete gestito la rabbia e la paura?
In quali comportamenti avete canalizzato queste due emozioni?
sissi
Admin
Admin
Messaggi : 798
Data d'iscrizione : 26.11.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Sab Gen 06, 2018 10:37 am
ciao, la rabbia me la sono vissuta infamando urlando e piangendo , per la paura, ho cercato di capire quali erano quelle razionali e quelle irrazionali e da li' sono partita. ho cambiato abitudini di uscita e cercato di non frequentare posti dove potessi incontrarlo e piano piano mi sono calmata
minou
timido
timido
Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 17.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Sab Gen 06, 2018 12:27 pm
Idem come Sissi.
Inoltre ho iniziato anche a fare yoga e meditazione e mi stanno aiutando molto...oltre alla psicoterapia ovviamente.
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Sab Gen 06, 2018 2:59 pm
Si ok, quelli sono i rimedi o le reazioni! Ma quello che vorrei sapere è: avete individuato comportamenti la cui origine era la rabbia? Perché il nostro organismo per “salvarci” mette in moto delle dinamiche straordinarie che ci impediscono di distruggerci e fa incanalare l’energia verso altro! Non sono comportamenti aggressivi! Forse compulsivi ma di sicuro non negativi ma li chiamerò “salvavita”!

Inviato con Topic'it
anja-1985
timido
timido
Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Sab Gen 06, 2018 6:34 pm
minou ha scritto:Idem come Sissi.
Inoltre ho iniziato anche a fare yoga e meditazione e mi stanno aiutando molto...oltre alla psicoterapia ovviamente.

la mia psicologa quando le parlai di meditazione disse "io non voglio raggiungere l'illuminazione.."...
cavolo centrava con lei boh... che poi la meditazione che facevo io era soprattutto mindfullness,che sono anche esercizi simili alla terapia cognitivo comportamentale di cui lei era specialista...calmava mente,ansia e mi aiutava con il sonno
mah.... ogni tanto se ne usciva con queste modalità difensive aggressive...
bello yoga. Smile ma non mi ci sono ancora messa d'impegno Smile
quasi quasi ,da domani ... Smile
anja-1985
timido
timido
Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Sab Gen 06, 2018 7:01 pm
Alicle ha scritto:Si ok, quelli sono i rimedi o le reazioni! Ma quello che vorrei sapere è: avete individuato comportamenti la cui origine era la rabbia? Perché il nostro organismo per “salvarci” mette in moto delle dinamiche straordinarie che ci impediscono di distruggerci e fa incanalare l’energia verso altro! Non sono comportamenti aggressivi! Forse compulsivi ma di sicuro non negativi ma li chiamerò “salvavita”!

Inviato con Topic'it


La rabbia mi aiuto a trovar la determinazione per uscirne,per trovare un modo.
La mia rabbia era incanalata in "o ne esco in massimo due anni,oppure vado li ed ammazzo lei e me,mi hai distrutta ti distruggo."
molto drastico.
di certo on avevo nessuna intenzione di commettere omicidi,e quindi la determinazione per uscirne era ben alimentata da questo pensiero estremo.
Poi devo dire che in realtà io ero e sono una persona molt controllata,di scoppi di rabbia esagerati ne avrò avuti un paio in quel periodo.
Una litigata con il fidanzato di mia sorella in cui lo cacciato di casa a male parole,ed una con mia madre dove le ho urlato sino a credere di essermi perforata un timpano.
Numme fate ngazzà!!! Very Happy
Scherzi a parte,non riuscivano a rendersi conto che ero in uno stato di difficoltà acuta e aumentavano la dose in modo assurdo.
Di fronte alle modalità manipolati discorsive del rag di mia sor. sono esplosa,e di fronte al continuo controllo di mia madre che voleva per forza mandarmi da una psicologa che le avevano consigliato,dopo avere detto 100 volte no,me la vedo io,alla fine organizzò comunque l'appuntamento e la feci andare da sola.
Si spaventarono dicendo che non mi avevano mai vista reagire così.
Me grazie... continuate a rompere e vedete come mi trasformo in Nerone!
Dicevo,il contatto con la rabbia vera e propria agita ,ma trasformata in salda assertività l'ho avuto dopo essere entrata in una condizione in cui a livello inconscio risolvevo molte cose nei sogni.
Quando sognavo di dover picchiare o difendermi da qualcuno in sogno non sono mai riuscita,le braccia mi diventavano pesanti..
dopo un sogno molto particolare dove ho praticamente massacrato la fidanzata narci di un amico,sentii proprio la sensazione di toccare qualcuno per picchiarlo,(ed io non l'ho mai fatto neanche nella realtà) ho iniziato a sentirmi diversa,a sentire una forza istintiva ,animale sana e giusta dentro di me,un'aggressività da tigre.
Poi chiaramente sempre con  razionalità e autocontrollo,ho gestito la cosa trasformando la mia aggressività negata in una giusta alleata.

Per le paure,le ho gestite come quando devi "mangiare un'elefante", un morso alla volta
Mi dicevo è solo un momento,ora passa,sono solo sensazioni ,emozioni,pensieri,non sono pericolosi,ora passano,accoglile,e lascia che passino.
E' solo uno scombussolamento di roba chimica nel cervello,non temere.
A me sembrava proprio così.. modalità crisi on,modalità crisi off.
Non c'erano motivazioni valide,non accadeva nulla di particolare,ma di punto in bianco cambiava il mio umore,e arrivavano sensazioni primitive di paura e ansia.
Disturbi dell'umore.Depressione che faceva le bizze :

Funzionò.
Una forte fede nel fatto che sarebbe passata,che era un periodo e che "ero nel bosco e dovevo uscirne."
A volte capitavano anche belle cose,che mi tenevano motivata e fiduciosa sulla fede del mio istinto.
anja-1985
timido
timido
Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Sab Gen 06, 2018 7:12 pm
Alicle ha scritto:Ho una domanda da farvi:
Come avete gestito la rabbia e la paura?
In quali comportamenti avete canalizzato queste due emozioni?

Ho agito molto,ho fato tante esperienze anche se ero in una situazione di shock,dovevo trovare il "mio modo" ,esperienze artistiche,collettive e personali,viaggi,situazioni estreme di disagio,e istintivamente ho scoperto modi per superare alcune "crisi" come i pensieri ossessivi.
E' stato entusiasmante poi scoprire che i modi che avevo trovato io erano modi sperimentati e studiati e applicati da varie forme di terapie.
Ho sempre detto che "non mi piaceva quando mi si diceva cosa fare",trovare il "mio modo " era essenziale,anche perchè...gira che ti rigira.. non mi sentivo compresa e capita,anzi,con la modalità inconsapevole  altruista che avevo ,nel confrontarmi per chiedere aiuto mi si attivava la crocerossina che voleva aiutare l'altro(so aiutarti,aiutami) non avendo la rabbia assertiva,e soprattutto essendo molto sensibile e non immune alla manipolazione.


Ultima modifica di anja-1985 il Sab Gen 06, 2018 7:23 pm, modificato 1 volta
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Sab Gen 06, 2018 7:20 pm
Prima riuscivo a canalizzare l’energia nel lavoro che facevo e devo dire che ho ottenuto ottimi risultati! Ma adesso che per colpa sua ho dovuto farmi spostare è difficile quindi nisba manco la soddisfazione professionale! È il fatto di avermi fatto mobbing e di avermi costretta a rinunciare alla mia valvola di sfogo non glielo perdono! E se me lo trovassi agonizzante davanti alla macchina ci passerei sopra e pure a marcia indietro! Sono una combattente e non rinuncio facilmente! E non la passerà liscia tutto quello che potrò fargli pagare lo pagherà! Sta già pagando a dire la verità! I colleghi mi conoscono da anni, mi vogliono bene e mi stimano, me lo hanno dimostrato innumerevoli volte e nessuno si aspettava che io andassi via! Sta già pagando! La paura...non mi blocca per fortuna! Mi fa reagire con l’azione! C’è la farò! Ma tutto questo mi provoca un bello stress! E beh è davvero pesante!

Inviato con Topic'it
anja-1985
timido
timido
Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Sab Gen 06, 2018 7:41 pm
[quote="Alicle"]Prima riuscivo a canalizzare l’energia nel lavoro che facevo


A dicembre ho consegnato tutti i lavori,ora aspetto solo nuove direttive,e questo stato di quiete,nonostante abbia accolto l'anno nuovo con tanta voglia di fare e determinazione,non so come mai avverto stanchezza,volevo ricominciare con l'attività fisica ora che ne ho tempo,ho ricominciato con la dieta,ma sono un po stanca,fiacca..non so come mai..
me la vivo e provo a non preoccuparmi.Vorrei trasferirmi in una città,per avere maggiore vitalità intorno,ma in effetti manca un po di moneta per ora.
Vorrei avere nuove frequentazioni,ma per questo dovrei trasferirmi per forza.
Anche se vivo belle sensazioni positive,non ho nessuno con cui condividerle.Mi piacerebbero relazioni nuove e leggere,spensierate.Semplici.
Ancora non ho quietato del tutto la mente quando dormo.un po di sottofondo la radio c'è ancora,e penso sia il residuo dello stress accumulato di una mente che cercava soluzioni ed ora è un po in un circolo vizioso dove lui il cervello si crea in automatico problemi da risolvere,anche se problemi non ce ne sono.
Continuo con la pratica meditativa,ma so che ho bisogno di relazioni vive e sane per distrarmi e sanarmi del tutto.
sissi
Admin
Admin
Messaggi : 798
Data d'iscrizione : 26.11.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Dom Gen 07, 2018 10:34 am
cerco di non disturbare mai, mi mantengo sempre tranquilla e cerco di essere di supporto per le persone intorno a me . A volte mi rendo conto che non hanno la stessa delicatezza e rispetto , e mi fa' inc....e questa gente che ti parla sopra, che sputa sentenze, che piega gli altri. Osservo molto e devo dire che le mie maggiori rabbie arrivano da qui. La mancanza di rispetto e non sto' parlando di estranei, ma di amici che pero' hanno una modalita' diversa. Devo dire che sono molto piu' silenziosa di un tempo. Devo riprendere me stessa , ma non mi fido di tutti, e non voglio farmi ferire. Osservo. ....E oggi pranzo dai miei genitori ..... Crying or Very sad menomale oggi finisco il giro ....
Dreamer
timido
timido
Messaggi : 98
Data d'iscrizione : 20.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Dom Gen 07, 2018 3:40 pm
Eh già....ma come la mettiamo quando ti assale la rabbia, quella furente, proprio verso di lui (con cui non hai più contatti) ?! Quella che ti fa venire la tachicardia a mille e che sembra volerti far implodere!!!
Capisco che ci sono fasi diverse di "guarigione" e che ognuna di loro ha le proprie caratteristiche. Io crede di essere in piena fase "rabbiosa".
Rabbia che poi è scatenata da questo persistente senso di ingiustizia che vede me nella situazione in cui sto a causa sua (e non è una bella vita), lui che di me non si ricorda neanche il nome, e la sua vita che procede allegramente tra lavoro, fidanzata e amici vecchi e nuovi! Una rabbia che da lui ha avuto origine e che vorrebbe essere su di lui riversata! Quanto vorrei che pagasse, che fosse solo come un cane e conosciuto per la mer...a che è!
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Dom Gen 07, 2018 5:40 pm
Come ti capisco!

Inviato con Topic'it
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Lun Gen 08, 2018 11:51 am
Dreamer hai centrato la risposta ed anche anja per certi aspetti. La mia rabbia si sfoga attraverso comportamenti compulsivi che tutto sommato mi salvano. In attesa di essere spostata di sede, la quotidianità è complicata. Tutti i giorni vivo la tensione e lo stress di incontrarlo ed io non lo voglio proprio vedere! Inoltre so che ha già, ancora una volta cambiato vittima, prima c'era la ragazzina della palestra che con ogni probabilità lo ha sfanculato, tipo escort lei, tipo nonno lui, per di più anche sposato...vabbè poco importa. Non è gelosia la mia! Ne sono certa! Ma voglia di rivalsa, me l'ha fatta sotto al naso ed io non sono tipo da mollare. Perciò stress perché non posso fare nulla manco prenderlo a calci nel culo. Posso sfogarmi qui e dirgliene di cotte e di crude ma non mi basta...sento di avere un fuoco dentro che mi arde. La passionalità che metto nelle relazioni si riconferma anche in questa situazione. La gestione dello stress che avrei dovuto imparare negli anni di questo lavoro se n'è andata a farsi fottere. Tutto normale perché quando siamo coinvolte in prima persona le cose si fanno più difficili. Yoga? Si faccio anche quello, insieme ad una miriade di altre attività verso cui canalizzo e sfogo questa mia energia. Nel frattempo assisto alle sue manipolazioni e questo mi rende rabbiosa perché non posso reagire. E sento quel senso di ingiustizia di cui parla Ariadne nell'altro topic. Impotente, ecco come mi sento! Impotente perché non posso reagire come vorrei....aspetto sulla sponda del fiume il cadavere del nemico....intanto cerco di rimettere insieme i pezzi. Naturalmente vengo aiutata in questa preziosa e necessaria ricomposizione del puzzle, in alcuni momenti non so più neanche chi sono e come sono e sto facendo una fatica enorme a ritrovarmi....
anja-1985
timido
timido
Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Lun Gen 08, 2018 1:01 pm
E' molto difficile quando sei costretta a relazionartici per situazioni in cui non puoi allontanarlo definitivamente.
Io non ho avuto questo problema,quindi capisco la furia cieca che ti assale quando continua a presentarti di fronte.
Dirti come ho affrontato io la cosa ,può essere utile solo per chiacchierare,perchè ripeto,io fortunatamente,una volta allontanatami ,quella persona esisteva solo nel dolore e nella sofferenza in cui ero piombata.
La rabbia e furia cieca la vivevo comunque anche se non la esprimevo.
Ma non c'era nessuna eventualità di poterla incontrare in giro,abitando in posti diversi.
Sarebbe capitato.... l'avrei azzannata al collo Very Happy

Alcune situazioni mi sono state molto utili però per esternare in modo catartico la rabbia che non volevo incarnare perche mi avrebbe fatta diventare "una balorda" ...balorda... mi piace questa parola... Very Happy

Tipo un pomeriggio allo stadio,in mezzo ad una tifoseria degna di ,non so quale bietta categoria di emozioni da fogna,intestinali e tuttavia anch'esse umane.disumane.
Sentire quelle loro urla e insulti,e affiancarmici emotivamente,me le ha fatte vivere senza esserne preda e senza agirle.in modo catartico dunque.

Un'altra esperienza molto liberatoria è stata partecipare ad una manifestazione folkloristica religiosa,molto sentita e violenta,ero li per fotografare.
Li in alcuni momenti mi è sembrato proprio di trovarmi in un'inferno umano,una guerra medioevale vera,dove sui volti dei più esagitati ho scorto una violenza inaudita,ma anche forti ideali e coraggio. Parlo dell'estate 2016
Io non so come tu possa trovare un modo,per sostenere la tua situazione,perchè la cosa migliore sarebbe che questa presenza non ti generi più rabbia.
Dato che devi comunque vederlo,e non puoi ancora distanziartene.
Come potrebbe non generarti più rabbia?
Vuoi vederlo morto?Disonorato da tutti,schifato dagli altri?
Messo alla gogna.
E' una cosa che non può accadere realmente.Questa realtà non la puoi generare.
Quale realtà puoi generare?
Se vuoi e ti fidi di te,puoi anche generare irrealtà,immaginare e catartizzare emozioni.
Ricordo di una sera durante una manifestazione medioevale dove alla fine catturarono 3 streghe e le misero al rogo,fecero davvero il rogo,e sul fuoco ci misero 3 fantocci,immagina un po cosa pensai?
Iniziai a pensare all'odore di carne umana bruciata,e sentire le sue urla,il fuoco che le prendeva i piedi,poi i polpacci,poi le ginocchia,poi il ventre,poi i seni, li mi fermai a pensare se davvero avrei voluto finisse in quel modo. No.. non lo avrei voluto... nella schiena il freddo di una sera di febbraio,la stanchezza di mesi insonni e in faccia il fuoco delle fiamme che ardeva di fronte a me.
Io avrei solo voluto stare meglio e riprendere me stessa.
Andare oltre.
Mi giro verso la finestra del balcone,guardo al girandola arcobaleno che ho legato due anni fa al balcone,c'è vento,gira forte... ed io sto bene Smile
Lei non esiste più.

C'è qualcuno che vive la stessa situazione di Alicle,che è costretta ad incontrarlo a causa del lavoro o altre situazioni?
come gestite la cosa?
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Lun Gen 08, 2018 1:06 pm
Grazie anja per il sostegno che sento nelle tue parole!
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Lun Gen 08, 2018 1:12 pm
A me lui non manca, non mi sento triste per averlo mollato anzi! Sono felice di avere aperto gli occhi e di aver detto basta! Ma mi sento truffata! E mi viene la rabbia perché rimarrà impunito!
Ed io assisterò alla sua impunità! E questo mi fa imbufalire. E, cazzo faccio il tifo per la nuova donna che sia quella giusta per fargliela pagare!
sissi
Admin
Admin
Messaggi : 798
Data d'iscrizione : 26.11.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Lun Gen 08, 2018 5:21 pm
la nuova donna gli farà girare le scatole solo se gli dira' di no, per il resto niente lo tocca, amici lavoro casa...solo cio' che e' diverso dalla sua immaginazione e' disturbo ma ....e' sempre colpa degli altri. La nostra miglior vendetta, non per lui , ma per noi , sara' quando senza alcuna emozione (proprio come loro ) guardandoci indietro diremo : ma pensa , chi quel poveraccio ? Mha , chissa' perche' mi ci sono legata così....ma senza emozioni, ricordando
Bianca8026
Admin
Admin
Messaggi : 93
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Lun Gen 08, 2018 8:23 pm
La rabbia credo mi sia passata le ultimissime volte che l'ho sentito... cercava di convincermi che tutto quello che avevo saputo e visto con i miei occhi non era vero... al che ho cominciato a parlargli quasi a prenderlo in giro dicendo gli di assumersi le sue responsabilità per poi chiamarlo in tutti i modi come lui chiamava me metre lui mi pregava di crederlo e di non chiamarlo in quei modi, piangeva (fingeva) chiedendomi di vederci, avendo una parte borderline soffriva molto l'abbandono. Dopo di che io ho iniziato il no contact e lui lo stalking
Bianca8026
Admin
Admin
Messaggi : 93
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Lun Gen 08, 2018 11:06 pm
So solo che è stata dura, volevo credergli ma non potevo più... ma sentirmi presa in giro mi ha fatto cambiare prospettiva e volevo che lui provasse quello che ha fatto provare a me, come ero illusa... loro non provano niente e quella era la commedia del "tutto per tutto", ha inventato di avere un tumore e tanto altro...
La paura invece credo mi sia passata da poco, da un anno circa, da quando, dopo varie mie segnalazioni ai colleghi in caserma, ha smesso di rompere... ah... era un carabiniere!
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Mar Gen 09, 2018 12:05 am
Sempre loro! Anche il mio per di più ha i gradi ed è pure sposato con una figlia di 18 anni

Inviato con Topic'it
anja-1985
timido
timido
Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Mar Gen 09, 2018 8:24 am
A me sembra che loro sentano...ma solo i cavoli loro.. Esagerano per non perdere la preda..esagerano in tutte le reazioni.
Quando si tratta di sentire gli altri,è solo per predarti,e possono essere grandi teatranti, e non dico che non sentano,ma c e grande disonesta di fondo.
Se fossimo più distaccati ce ne accorgeremmo.
Si impara a domandarsi,sto bene in questa conversazione? Si. No.
All inizio è quasi umiliante per se stessi avere atteggiamenti così robotici,escludere l emotività di fronte a certe persone,ma per ora sembra essere un atteggiamento che mette al riparo.
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Mar Gen 09, 2018 12:00 pm
Si anja, infatti, negli ultimi tempi mettevo in atto questa strategia di comportamento e sai una cosa? Lui se ne rendeva conto è mi diceva che ero distaccata! Ne è valsa la pena! Tanto era una storia destinata a finire! Era proprio in quel periodo che stavo pensando di chiuderla. Mi ha battuto sul tempo perché qualche giorno dopo l’ho beccato con l’altra! Provo un po’ dì amarezza perché a 50anni mi aspettavo qualcosa di più civile! Ma avrei dovuto sapere che con un uomo del genere nulla rientra nella normalità mi ha fatto guerra anche in ufficio e non è stato corretto visto che ero una sua dipendente! Un bel pezzo di merda! Ecco perché sono rabbiosa! Io adoravo il mio lavoro e lui mi ha costretta a rinunciarci! Se ci penso mi viene su la criminalità!

Inviato con Topic'it
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Mar Gen 09, 2018 12:08 pm
Comunque la passerà liscia e questo mi fa incazzare! Ha già cambiato la moldava con un’altra preda e lui pur nella sua miserabile incoscienza è tranquillo e sereno. Si, lo so cosa mi risponderete: che la loro è una vita inutile che rimarrà solo e bla bla bla . So tutto, come so che chi ci ha sentimenti e lavoro e tempo sono io! A me interessa il qui ed ora ed io vedo me incazzata come una bestia e lui bello e tranquillo che se ne sbatte! Quindi si sono arrabbiata! E ho paura, paura che il mio spostamento non arrivi, paura che non farò mai più quello che mi piace di più, paura che rimarrò sebbene libera ma comunque frustrata ed insoddisfatta!

Inviato con Topic'it
sissi
Admin
Admin
Messaggi : 798
Data d'iscrizione : 26.11.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Mar Gen 09, 2018 1:20 pm
e' normale, normale e sano che tu sia così arrabbiata, ma non tutti i torti purtroppo possono essere sanati. Se lo investissi con la macchina sappi che ti arresterebbero Very Happy c'è poco da fare....solo che passi la rabbia, solo farsene una ragione nel tempo ed ingoiare il boccone.
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

il Mar Gen 09, 2018 1:24 pm
Non so sissi, sono davvero stanca di ingoiare l’ennesima ingiustizia per colpa sua! È un coglione è come tale va trattato!

Inviato con Topic'it
Contenuto sponsorizzato

Re: La gestione delle emozioni: Rabbia e paura.

Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum