Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
Devereux
attivo
attivo
Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 16.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 12:33 am
Bianca io non credo più alle terapie, ma in me ci ho creduto. Se sto così male è perché nell'ultimo anno in palestra ci sono andato regolarmente e tutto il resto va bene, ma non riesco a trovare una persona che voglia stare con me. Sono sbagliato, fallito
Francy_Dim
Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 12:19 pm
Ho 45 anni, 2 figli da mantenere da sola, un affitto da pagare, un lavoro, un cane e il devasto che mi porto appresso da una vita di abuso, ovviamente non trovo nessuno che voglia stare con me. Motivazioni? Ho paura delle persone, non ho tempo, consapevolezza di non avere al momento attitudine per rimettermi in gioco, ecc. ecc. ecc., motivazioni ne ho all'infinito ma sicuramente non dipende dal fatto che non valgo abbastanza eppure soffro molto la solitudine, ma credimi, meglio soli che male accompagnati non è solo un modo di dire.
Che penseresti di me se io dicessi che sono una fallita solo perchè sono single? Dai Deveroux, lo sai da solo che non è questo il problema ...
Devereux
attivo
attivo
Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 16.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 2:02 pm
Ciao Francy. Se ti dico che mi sento fallito è perché ultimamente una persona (molto probabilmente narcisista) mi ha manipolato e buttato via e prima di lei altre donne mi hanno scartato. Il problema sono io perciò.
Francy_Dim
Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 3:18 pm
In un certo senso quello che dici è vero, il problema sei tu, ma sicuramente non nei termini in cui stai ragionando in questo momento.
Non è colpa tua ma è tua responsabilità, insomma Deveroux non è colpa mio se mio marito è impazzito ma è stata responsabilità mia se mi sono fatta trattare in un certo modo... non so se sono riuscita a spiegarmi.
Oltretutto mi dici che quella persona che ti ha fatto sentire "sbagliato" è malata, perchè ti ricordo che il narcisismo patologico è appunto una patologia, e tu stai lì a permettere che una persona disturbata gestisca il tuo stato d'animo o addirittura l'idea che hai di te stesso.
Oh, sia ben chiaro, capisco quello che provi, ci ho messo una vita di sofferenza per poter dire quello che sto scrivendo, ma da qualche parte devi pur cominciare anche tu.
Devereux
attivo
attivo
Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 16.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 3:31 pm
Forse ho capito che cosa vuoi dire. Non dovrei permettere a una persona (probabilmente, dico, visto che non posso fare una diagnosi) malata di essere padrona dei miei stati d'animo. Questo lo so e ho iniziato a difendermi rompendo con lei.
Francy_Dim
Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 3:44 pm
Purtroppo tra il dire e il fare tante volte c'è di mezzo un oceano e il sapere certe cose o il conoscere a perfezione determinati meccanismi non ci mette al riparo dal subire manipolazioni o abusi emotivi. Probabilmente lo stato in cui sei ora è lo strascico emotivo del tuo vissuto ma questo non deve impedirti di tentare in ogni modo di venirne fuori e se al momento da solo non riesci l'aiuto di un medico potrebbe essere decisivo, puoi avere un'ampia scelta di possibilità Devereux, psicologo, psichiatra, psicoterapeuta, ecc. ecc., a me per esempio hanno aiutato tantissimo i gruppi di familiari degli AA, una dipendenza è una dipendenza e spesso le dinamiche sono sempre le stesse, ogni tanto ci torno, per rinfrescarmi la memoria e per sentir parlare tante persone che ce l'hanno fatta e quindi, Devereux, perchè non dovresti riuscirci anche tu?
Bianca8026
Admin
Admin
Messaggi : 93
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 3:59 pm
Sono completamente d'accordo con Francy...
occhiblu35
timido
timido
Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 15.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 4:21 pm
La delusione gioca brutti scherzi. Ad una certa età è difficile accettare che quella non è la persona giusta per te, anche io pensavo di aver trovato l ' amore. Mi sono svegliata quando mi sono resa conto che è stato tutto un sogno; il narcisista si era presentato come l'uomo ideale e io c ' ero cascata. È finita quando mi ha detto che non mi amava e un po' alla volta si è allontanato da me. Se non si fosse allontanato, pensi che sarebbe stata una bella storia d ' amore? NO. Quando capisci questo capisci che non hai perso niente! Quella con cui sta ora è la sua ex e se ci è tornato insieme significa che gli piace di più, ma NON la ama. Uno che ti ama non ti lascia perché vai a lavorare fuori per un paio d ' anni, non ti prende a schiaffi, non ti lascia per strada la notte e poi torna dopo un ' ora perché gli fai pena. Chi ti ama non ti fa del male neanche col pensiero. Io non la ritengo fortunata ma solo succube, sopraffatta dalla paura di restare sola; per questo è tornata con lui perché vuole un marito, ma che razza di marito può essere uno così?! I narcisisti giocano sulle nostre paure.
Nonostante questo, sto facendo una grande introspezione e cercando di correggere quello che non va in me. Ultimamente più che su di lui sto facendo analisi su me stessa e questo sì che è tempo speso bene. Devi volerti bene Devereux, solo così capirai che la tua vita è troppo preziosa per essere distrutta.
pimpetta
Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 18.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 4:43 pm
Caro Devereux, come tutte noi qui dentro anche io capisco benissimo quello che stai passando. I momenti bui, quelli in cui pensi di non trovare soluzione, il senso di inadeguatezza. Ti propongo un gioco inverso, che fa spesso con me la psicologa: perché pensi di essere tu quello sbagliato? Magari sono le altre persone che ti circondano ad essere sbagliate per te. Ricorda sempre che quando si ha davvero tanta sete si rischia di bere anche l'acqua delle pozzanghere.
Io fino a 3 o 4 mesi fa avevo una relazione. Beh, ti dico che erano più i momenti in cui mi sentivo sola, inadeguata. Per citarti un esempio l'NP mi ha lasciato in mezzo a una strada la sera del mio compleanno in seguito a una mia battutina dicendo: "Augurati di avere le chiavi di casa, altrimenti cercati un posto dove dormire". Il giorno dopo mi sono scusata di cuore per quella mia battuta, ma a quale pro? Il pro è che io sono fatta così, temevo di averlo ferito. Ma lui? Lasceresti mai la donna che AMI in mezzo a una strada per giunta la sera del suo compleanno?
Riparti da te, non importa se non hai ancora incontrato la persona giusta. Come ti hanno detto devi ripartire da te, dal tuo io profondo.
Troverai la persona giusta quando smetterai di cercarla, te lo auguro di cuore.
occhiblu35
timido
timido
Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 15.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 5:36 pm
Cara pimpetta, anche io ho scritto la stessa cosa, non so se hai letto.
Ma è un vizio dei Narci lasciare le donne per strada?! Il mio ex l ' ha fatto con la ex e stava per farlo pure con me. È incredibile quanti tratti in comune abbiano queste persone..
Bianca8026
Admin
Admin
Messaggi : 93
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 7:05 pm
Ricordo il giorno della prima promessa al comune... anche se poi anche il matrimonio è stato al comune...
gli ho chiesto cose alle quali lui non ha saputo rispondere e per punizione mi ha cacciata di casa. Pioveva ma avevo l'ombrello
e mentre me ne tornavo a casa mia mi telefona per dirmi come mi ero permessa ad andarmene da sotto casa e di tornare.
Quando ci ripenso mi odio per questo ma sono tornata mentre lui me ne diceva di ogni...
Persone diverse scenari molto simili ma ormai è tutto passato Smile
Bianca8026
Admin
Admin
Messaggi : 93
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 7:11 pm
Vedete... quante ne abbiamo passate!? Vi assicuro che diventeranno ricordi e faranno sempre meno male
fino a scomparire. Bisogna ricordarli per reagire e dimenticarli per vivere senza fantasmi.
Ci si brucia col fuoco quando ci si vuole riscaldare o cucinare qualcosa di buono non perché si è masochisti, la vita
è fatta di tentativi e ognuno vale una lezione, coglietela e valorizzatela affinché vi dia sempre e comunque un valore aggiunto.
pimpetta
Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 18.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 7:51 pm
Cara Occhiblu, sì. E il tuo episodio mi ha fatto orribilmente presente il mio essere lasciata lì per strada.
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mar Dic 19, 2017 11:22 pm
Ma vi rendete conto della forza che è in voi? Vi rendete conto delle belle persone che siete? Ogni volta che leggo una storia, un pensiero o un commento penso questo di voi! Quello che fate, gli sforzi, le sofferenze che provate, a volte riuscendo altre volte non senza fatica, a superare! Forse noi per primi non ci rendiamo conto del nostro potenziale! Un abbraccio

Inviato con Topic'it
Bianca8026
Admin
Admin
Messaggi : 93
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mer Dic 20, 2017 12:53 am
Vero Alicle, vorrei solo che devereux se ne rendesse conto, racconto pezzi di me per far capire che è un percorso che ci accomuna tutti, che nessuno è sbagliato e che volere tanto qualcosa dev'essere uno stimolo non il solo scopo... vi assicuro che niente è tanto bello quanto la vita senza narci e un giorno sarete completamente liberi e sereni. So che in momenti come questi sembra impossibile ma la vita è imprevedibile!
Devereux
attivo
attivo
Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 16.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mer Dic 20, 2017 1:05 am
Ciao pimpetta, al gioco "perché pensi di essere tu quello sbagliato " rispondo facilmente : perché non è possibile che tutte le donne si tengono alla larga da me. Non è possibile che siano tutte sbagliate. Ti faccio un esempio fresco di giornata: incontro una persona oggi, iniziamo a parlare, ci troviamo su diverse cose, quando devo andare le chiedo se le va di sentirci e mi fa capire che non le va.
Ok. Riparto da me, ma dove vado?

E all'altra domanda ti rispondo di no. Quando avevo una compagna, una sera litigammo e lei mi disse che non voleva tornare a casa da me. Nonostante fossi anch'io incavolato insistetti affinché salisse a casa, altro che lasciarla per strada
Devereux
attivo
attivo
Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 16.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mer Dic 20, 2017 1:15 am
Bianca, i fatti sono quelli che racconto e non mi danno torto. Nessuno mi ama. Questo non lo accetto.

È bello d'altro canto vivere senza essere vittima di una persona narcisista. Vorrei soltanto liberarmi del suo pensiero, ormai diventato sempre più negativo. Vedo chiaramente che è una persona dalla quale (per quel poco che ho avuto a che fare con lei) non ho avuto niente di buono e che in un ipotetico futuro avrebbe solo preso da me senza dare nulla.
pimpetta
Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 18.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mer Dic 20, 2017 9:42 am
Devereux ha scritto: Vorrei soltanto liberarmi del suo pensiero, ormai diventato sempre più negativo. Vedo chiaramente che è una persona dalla quale (per quel poco che ho avuto a che fare con lei) non ho avuto niente di buono e che in un ipotetico futuro avrebbe solo preso da me senza dare nulla.

Liberarmi del suo pensiero è quello che vorrei anche io, anzi, è forse l'unico regalo che desidererei per questo Natale. Dici che da questa persona non hai avuto nulla di buono: riparti da questa considerazione. L'ipotetico futuro sarebbe stato un inferno.
Spieghi inoltre di non essere in grado di avvicinare nessuna donna in questo momento, ma è del tutto normale. Come ti hanno già scritto le persone fiutano la negatività e scappano e ciò non è deplorevole, è normale.
Davvero smettila di cercare un'altra persona e ritrova te stesso.
occhiblu35
timido
timido
Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 15.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mer Dic 20, 2017 9:55 am
Devereux è pochissimo che hai rotto, datti tempo!
Io ho chiuso da 1 anno e mezzo e ancora soffro, la ferita è ancora aperta. Io mi sono liberata dal suo pensiero ma lo sogno la notte, che significa? Che non ho superato la rottura, e non perché ho perso chissà che, ma perché ho avuto l ' ennesima delusione. Poi non ho chiuso tutti i canali di comunicazione e questo è sbagliato; ad es.fino a poco tempo fa lui guardava tutti i miei status su Whatsapp, era sempre il primo. Ora non lo fa più e io mi chiedo perché. Vedi che contraddizione? Di lui non dovrebbe importarmi più nulla!
morden
Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mer Dic 20, 2017 2:43 pm
Deve essere proprio  un vizio comune dei narci, mi lasciò qualche ora dopo avermi festeggiato il compleanno. Devereux, non siamo, almeno non lo sono io,. imperrmeabili a niente, nè ai complimenti nè alle offese, figuriamoci alle relazioni in cui eri innamorato e per questo hai subito di tutto e di più. certe volte penso che anche le situazioni personali, la mancanza di un lavoro stabile, di amicizie, il sentirsi soli, contribuiscano ad abbassare il nostro livello di autostima, ma quello che fanno loro lascia ferite profonde di sicuro.
Anche io dopo un anno mi ci ritrovo a pensarci, sebbene l'abbia rivista ad un metro da me, dopo un anno in cui non l avevo mai piu ne vista ne sentita, e non abbia provato nulla, se non il desiderio di darle un calcio nel culo, eppure mi capita ancora di pensarci, sarà forse quel desiderio di riconoscimento che ancora urla dentro di me, o soltanto il ricordo di quanto le ho voluto bene..o forse tutte e due le cose insieme, forse mi piacerebbe solo poterci parlare perchè mi è stato precluso di farlo, ma cosa mi direbbe'? cosa vuoi che ci dicano questi se non qualcosa che confonde la realtà delle cose, o qualcosa in cui ti si riconfermano colpe, non c'è nulla che è possibile recuperare se hai presente chi sono, le hai amate ciononostante, passerà.
Alicle
attivo
attivo
Messaggi : 187
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mer Dic 20, 2017 5:41 pm
Hai ragione morden! Condivido tutto ciò che hai scritto! Purtroppo i pensieri non si possono spegnere!😓

Inviato con Topic'it
Devereux
attivo
attivo
Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 16.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mer Dic 20, 2017 11:54 pm
Giusto, pimpetta. Credo che sarebbe stato un inferno, o qualcosa di peggiore. In ogni caso, non lo so e forse non lo saprò mai.

Mi spiego meglio: al momento riesco a parlare con le donne nel momento in cui le incontro perché riesco a mostrarmi spensierato e tranquillo, riesco a scherzare con loro, ma poi finisce tutto lì. Non vogliono avere nulla di più a che fare. Non ho un aspetto gradevole, lo so da una vita. Non credo sia perché fiutano la negatività, insomma non sto davanti a loro a piangere o a lamentarmi.
Trovare me stesso dici: come si fa? non capisco che cosa vuoi dire, vivo la mia vita, faccio il mio lavoro, esco con gli amici. Che cosa posso fare per trovare me stesso?

pimpetta ha scritto:
Devereux ha scritto: Vorrei soltanto liberarmi del suo pensiero, ormai diventato sempre più negativo. Vedo chiaramente che è una persona dalla quale (per quel poco che ho avuto a che fare con lei) non ho avuto niente di buono e che in un ipotetico futuro avrebbe solo preso da me senza dare nulla.

Liberarmi del suo pensiero è quello che vorrei anche io, anzi, è forse l'unico regalo che desidererei per questo Natale. Dici che da questa persona non hai avuto nulla di buono: riparti da questa considerazione. L'ipotetico futuro sarebbe stato un inferno.
Spieghi inoltre di non essere in grado di avvicinare nessuna donna in questo momento, ma è del tutto normale. Come ti hanno già scritto le persone fiutano la negatività e scappano e ciò non è deplorevole, è normale.
Davvero smettila di cercare un'altra persona e ritrova te stesso.  
Devereux
attivo
attivo
Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 16.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Mer Dic 20, 2017 11:58 pm
Occhiblu, è vero che devo darmi tempo, ma ci vorrà un po' perché mi ha riaperto una ferita profonda che ho sempre avuto nella mia vita. Quella di non essere amato da nessuna persona.

occhiblu35 ha scritto:Devereux è pochissimo che hai rotto, datti tempo!
Io ho chiuso da 1 anno e mezzo e ancora soffro, la ferita è ancora aperta. Io mi sono liberata dal suo pensiero ma lo sogno la notte, che significa? Che non ho superato la rottura, e non perché ho perso chissà che, ma perché ho avuto l ' ennesima delusione. Poi non ho chiuso tutti i canali di comunicazione e questo è sbagliato;  ad es.fino a poco tempo fa lui guardava tutti i miei status su Whatsapp, era sempre il primo. Ora non lo fa più e io mi chiedo perché. Vedi che contraddizione? Di lui non dovrebbe importarmi più nulla!
Devereux
attivo
attivo
Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 16.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Gio Dic 21, 2017 12:05 am
Morden, da quel poco che ho visto e dal momento in cui ho iniziato a documentarmi, ho capito che i narcisisti patologici sono dei mostri. Io non sono impermeabile, ma mi difendo. Al momento lavoro, frequento gli amici, ma quando torno a casa sono solo e quest'ultima cosa mi uccide.
Provo la tua stessa sensazione, il desiderio di riconoscimento e la ferita per il bene che le ho voluto. Anch'io le vorrei parlare, ma credo che mi direbbe le stesse cose che mi ha già detto altre volte.

morden ha scritto:Deve essere proprio  un vizio comune dei narci, mi lasciò qualche ora dopo avermi festeggiato il compleanno. Devereux, non siamo, almeno non lo sono io,. imperrmeabili a niente, nè ai complimenti nè alle offese, figuriamoci alle relazioni in cui eri innamorato e per questo hai subito di tutto e di più. certe volte penso che anche le situazioni personali, la mancanza di un lavoro stabile, di amicizie, il sentirsi soli, contribuiscano ad abbassare il nostro livello di autostima, ma quello che fanno loro lascia ferite profonde di sicuro.
Anche io dopo un anno mi ci ritrovo a pensarci, sebbene l'abbia rivista ad un metro da me, dopo un anno in cui non l avevo mai piu ne vista ne sentita, e non abbia provato nulla, se non il desiderio di darle un calcio nel culo, eppure mi capita ancora di pensarci, sarà forse quel desiderio di riconoscimento che ancora urla dentro di me, o soltanto il ricordo di quanto le ho voluto bene..o forse tutte e due le cose insieme, forse mi piacerebbe solo poterci parlare perchè mi è stato precluso di farlo, ma cosa mi direbbe'? cosa vuoi che ci dicano questi se non qualcosa che confonde la realtà delle cose, o qualcosa in cui ti si riconfermano colpe, non c'è nulla che è possibile recuperare se hai presente chi sono, le hai amate ciononostante, passerà.
occhiblu35
timido
timido
Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 15.12.17

Re: Perché ci penso ancora?

il Ven Dic 22, 2017 11:49 am
Una volta capito che i Narcisisti sono dei mostri ti rendi conto che non hai perso nulla. E' la solitudine che pesa e anche il fatto che difficilmente ti piace qualcuno, almeno per me è così. E guarda caso quel qualcuno è la persona sbagliata. Mia sorella diceva sempre: "come fa a piacerti un tipo del genere? " e Io non sapevo cosa rispondere, perché i sentimenti non li puoi spiegare.
Contenuto sponsorizzato

Re: Perché ci penso ancora?

Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum