Condividi
Andare in basso
sissi
Admin
Admin
Messaggi : 1165
Data d'iscrizione : 26.11.17

Violenza psicologica nelle relazioni clandestine

il Sab Dic 02, 2017 12:44 pm
In questo link le risposte che gli psicologi danno ad una donna coinvolta in una relazione extraconiugale..

http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/468634-non_riesco_a_dimenticare_un_uomo_sposato.html

Riporto alcuni passaggi che mi sembrano fondamentali (la terapeuta parla di violenza psicologica):

"Ciò che Lei descrive mi pare la tipica dinamica tra uomo maltrattante (maltrattamento psicologico, intendo) e donna maltrattata che è confusa dalle promesse e dalle menzogne di un uomo che ha cercato con cura e trovato una donna con una bassa stima di sé."

"Questi uomini sanno bene come scegliere la propria vittima e sanno che questa dinamica non fa altro che confondere le donne come Lei, tant'è che Lei, anziché vedere chiaramente la situazione, vorrebbe cercare delle risposte ("...vorrei cercare di capire se mi ha preso in giro, se per lui sono stata solo la fase di transizione...")....

Ha mai sentito parlare di "ciclo della violenza" ad esempio in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne? Il ciclo della violenza funziona così: ci sono fasi alterne in cui un uomo dosa con perfezione il corteggiamento, la lusinga, gesti molto cordiali e dolci per agganciare la vittima e poi maltrattamenti e mancanze di rispetto. Quando la donna vuole uscire da questo ciclo, ripartono le premure, le promesse, la dolcezza e così via fino alla prossima fase di maltrattamenti. Tutto ciò confonde le donne.

Una donna con una sana autostima non tollera la prima mancanza di rispetto: se quest'uomo è sposato e non ha mai avuto intenzione di lasciare la moglie (altrimenti lo avrebbe già fatto) che cosa voleva da Lei, se non una storia di s*sso?
Tornare in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum