Condividi
Andare in basso
morden
Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 14.12.17

Visioni a distanza

il Lun Ott 08, 2018 2:26 pm
Se posso vorrei dire qualcosa dopo quasi due anni senza avere la presunzione di aver acquisito una posizione di supervisore, perchè, lo dico subito, ogni tanto su  quella storia mi capita di ripensarci.naturalmente non piu in preda alle ossessioni, ma come chi fa un rendiconto di ciò che ha vissuto, come chi siede difronte al mare e ricorda
.Non sono mai stato troppo ligio al dovere del no contact, pur riconoscendo che all'inizio sia importante per acquisire lucidità su ciò che è successo ed intraprendere un nuovo cammino verso se stessi, la comprensione di se e del perchè ciò che chiamiamo sfortuna, destino, tanto sfortuna e fato poi non sono.Non sono stato assiduo perche comunque ad ogni modo , specie nel primo anno, inevitabilmente ci si pensa al n.p., anche se non si scruta sul suo profilo fb o wa, il distacco viene da se, con il tempo.Ciò che vorrei dire è di ASSOLVERSI, non aggiungere dolore al dolore, come quando ci si colpevolizza, per la sofferenza che si prova, per il non riuscire ad uscire di casa, per il pensarci spesso, per il non avere piu interessi, per il fatto di sentirsi brutti, invecchiati, trasandati,per aver violato il no contact, per non aver compreso ciò che ci stavano facendo, per l' ennesima scelta sbagliata, per l'aver sentito dentro di aver fallito ed avere tutte le colpe da imputarsi, per il fatto che loro siano stati da subito meglio di noi, chi se ne frega del fatto che siamo rimasti indietro, siamo soli in quel momento e guardare a loro significa nuovamente NON GUARDARE A NOI. Lo so, viene tutto dalla pancia non si può controllare, ma prendiamoci la libertà di sbagliare, la libertà di dire ho perso, se di sconfitta si può parlare, di confessare, non come un peccato ma come un bene, qualcosa che va dal risentimento all'odio, dal pianto alla gelosia, ascoltarsi e viversi cosi come si è in quel momento, senza forzature volte a superare il tutto quando superare quel tutto in quel momento è impossibile per il bagaglio emotivo e la storia da cui proveniamo, il dolore non va sfuggito perchè dobbiamo essere impeccabili ed eroici, va vissuto fino in fondo per uscirne prima, e non è un fallimento, questo perchè  è un passo verso il recupero, ascoltare se stessi, significa distacco dall'altro.E ancora  al fatto di aver amato perchè, aldilà della dipendenza affettiva che continua a farci sentire il bisogno di queste persone erroneamente, ognuno di noi, volente o nolente, deve riconoscere , forse dispiaciuto,  a se stesso anche questo.Un sentimento  chiamatelo pure sprecato si, ma che cmq c'è stato e di cui non ci si deve colpevolizzare perchè penso che in un periodo specie quello iniziale, non ci sia niente di più ingiusto e controproducente che perseverare nel sentirsi sbagliati.Vorrei solo aggiungere che spero un giorno non saremo piu affezionati all'ansia, perchè ci convinceremo che non c'è niente da rincorrere, che andiamo fin troppo bene così, così come siamo.
Un abbraccio a tutti.
BellaDiNotte
timido
timido
Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 26.06.18

Re: Visioni a distanza

il Lun Ott 08, 2018 5:37 pm
Grazie per le tue parole, queste sensazioni, purtroppo, le sento ancora tutte mie.
Mi spaventa che, dopo due anni, la tua mente riesca a tornare su quel dolore e a partorire queste parole, come se il dolore non se ne fosse mai andato.
Spero che un giorno quello che è stato dolore diventi tanta consapevolezza e bellezza, non si può razionalmente rimpiangere una relazione con certi soggetti, eppure il vuoto che lasciano è dilaniante.
Duterimbere
attivo
attivo
Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 21.07.18

Re: Visioni a distanza

il Lun Ott 08, 2018 6:22 pm
tutto vero.. non ha senso colpevolizzarsi.. io ormai sono riuscita a comprendere veramente e fino infondo che il loro comportamento e’ tutto frutto del disturbo di personalità di cui sono affetti .. loro si comportano più o meno così nei confronti di tutti.. non ci sei tu be ci sarà un altra persona al tuo posto.. ovviamente non li sto scusando ma sono riuscita a farmene una ragione oggettiva in questo senso.. L unica cosa che ancora adesso mi fa disperare e’ ripensare al primo periodo.. non era proprio una fase di love Booming ma per una serie di circostante ero veramente felice.. se riporto alla mente quei momenti (che non vedono necessariamente solo protagonista lui) sento smuoversi lo stomaco nel vero senso della parola..
BellaDiNotte
timido
timido
Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 26.06.18

Re: Visioni a distanza

il Lun Ott 08, 2018 6:28 pm
Neanche per me è stato love bombing e sapevo benissimo che voleva un'amicizia con benefici ma nonostante tutto sono rimasta e ad oggi forse è stata colpa mia. Mia perché ho dovuto toccare il fondo e farmi veramente usare e dire bruttissime parole che ancora oggi mi fanno male. Quindi al di là della non colpevolizzazione per sentirsi meno affranti penso che delle colpe oggettive io le abbia
Duterimbere
attivo
attivo
Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 21.07.18

Re: Visioni a distanza

il Lun Ott 08, 2018 6:32 pm
Molto probabilmente lui ti metteva nelle condizioni di non reagire... io sono una molto impulsiva specie nella relazione di coppia.. e con l’np mi sono accorta che non reagivo prontamente.. succedeva quindi che lo rimproveravo i giorni seguenti quando ripensandoci mi accorgevo che mi aveva detto una cosa poco carina per esempio.. sono loro che ci mettono in quelle condizioni e poi dipende molto dal carattere di ciascuno di noi..
BellaDiNotte
timido
timido
Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 26.06.18

Re: Visioni a distanza

il Lun Ott 08, 2018 7:35 pm
Si anche io sono molto impulsiva, forse avevo semplicemente paura di perderlo, ne ero dipendente
morden
Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: Visioni a distanza

il Lun Ott 08, 2018 8:23 pm
BellaDiNotte ha scritto:Grazie per le tue parole, queste sensazioni, purtroppo, le sento ancora tutte mie.
Mi spaventa che, dopo due anni, la tua mente riesca a tornare su quel dolore e a partorire queste parole, come se il dolore non se ne fosse mai andato.
Spero che un giorno quello che è stato dolore diventi tanta consapevolezza e bellezza, non si può razionalmente rimpiangere una relazione con certi soggetti, eppure il vuoto che lasciano è dilaniante.

A dire il vero..stamattina ho letto qualche messaggio qui,  ho rivisto il tormento e ho voluto , ho cercato, di spendere qualche parola che potesse essere d'aiuto.Certo, guardando i post ho ricordato quei momenti anche io, ma avevo promesso che , nei limiti di quel che potevo  fare naturalmente,sarei avrei lasciato almeno una testimonianza, un contributo..,Devo molto a questo forum e alle persone che in quel periodo mi  sono venute in soccorso.Il vuoto di cui parli forse è dovuto al  fatto che in qualche modo ti hanno "riempito", questa è la mia teoria, e poi sono spariti, ma come avrai modo di sapere,  ciò che hai ricevuto non era autentico amore ed è forse la cosa più difficile da assimilare, almeno lo è stato per me.
Bianca8026
Admin
Admin
Messaggi : 250
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: Visioni a distanza

il Lun Ott 08, 2018 10:11 pm
Una persona che vi riempie di attenzioni vi abitua a qualcosa di cui ogni essere vivente è assetato: cure.
Emotive ovviamente che provocano un benessere totale che si riversa anche sul fisico e su l'umore che generalmente è al massimo. Nel momento in cui questo viene meno siamo portati a ricercarlo disperatamente visto che troviamo ingiusto il fatto e le motivazioni per le quali tutto ci viene tolto. Quì il senso di vuoto per qualcosa che spesso non è nemmeno preannunciato.
Prima di conoscerli sicuramente stavamo meglio, questo probabilmente ha dato loro fastidio... riprendersi quella vita è la nostra rivincita.
Morden, sono Felice che tu sia intervenuto per dare una testimonianza del genere, è una boccata d'aria per chi non vede via d'uscita
minou
attivo
attivo
Messaggi : 409
Data d'iscrizione : 17.12.17

Re: Visioni a distanza

il Mar Ott 09, 2018 6:54 pm
Morden... grazie . Questo tuo post é come manna per me in questo momento , in cui ancora mi sento dilaniata dalla sensazione vuoto che mi ha lasciato , ancora sto facendo no contact con scivoloni e ricadute, ancora mi sento a pezzi e devastata dalla gelosia se lo penso con l'altra, ancora piango e a momenti non ho voglia di uscire ma mi sforzo... Grazie di cuore e spero di raggiungere la tua lucidità e visione d'insieme..ma prima so che devo vivermi questo dolore fino in fondo, mentre le altre volte l'ho sempre aggirato, evitato o represso.
Un abbraccio
aliceinwonderland
attivo
attivo
Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 08.01.18

Re: Visioni a distanza

il Mer Ott 10, 2018 10:24 am
morden ha scritto:E ancora  al fatto di aver amato perchè, aldilà della dipendenza affettiva che continua a farci sentire il bisogno di queste persone erroneamente, ognuno di noi, volente o nolente, deve riconoscere , forse dispiaciuto,  a se stesso anche questo.Un sentimento  chiamatelo pure sprecato si, ma che cmq c'è stato e di cui non ci si deve colpevolizzare perchè penso che in un periodo specie quello iniziale, non ci sia niente di più ingiusto e controproducente che perseverare nel sentirsi sbagliati.Vorrei solo aggiungere che spero un giorno non saremo piu affezionati all'ansia, perchè ci convinceremo che non c'è niente da rincorrere, che andiamo fin troppo bene così, così come siamo.
Un abbraccio a tutti.

Ciao Morden,

grazie per le tue parole. Proprio in questi giorni ho preso un po' le distanze da una coppia di amici che nel corso della mia lunga storia di dipendenza mi hanno considerato (me ne rendo conto solo ora) una specie di cretina o comunque una persona che si comportava in maniera troppo irrazionale.
Io non mi offendevo per i loro giudizi severi perchè pensavo che parlassero così per il mio bene e, fondamentalmente, mi sentivo anche io una cretina.
Adesso però penso che questi amici siano stati un po' superficiali. Lo penso perchè ultimamente stanno criticando aspramente un amico comune che si è andato ad infilare in una situazione simile a quella che vivevo io.
Io che so che cosa vuol dire vivere una storia fatta di alti e bassi, da momenti di estasi e da momenti di inferno, non mi sento di etichettare questo ragazzo come una persona debole e poco razionale. Per chi non ha mai vissuto una dipendenza emotiva, i nostri problemi sono inesistenti. Questi amici mi chiedevano sempre "ma che ci vuole a lasciarlo, visto che ti fa soffrire così".
Per loro era tutto semplice.
Mi sono stati vicini ma mi hanno anche fatto sentire molto sbagliata. Loro si ponevano come una sorta di paradigma perchè in tempi brevi avevano messo su famiglia e fatto dei figli.
Adesso invece comincio a pensarla come Morden... "vado bene così e non c'è niente da rincorrere". Il mio modo di essere mi ha portato ad attrarre il narcisista ma mi ha permesso anche di stringere delle amicizie profonde... perchè le persone con me parlano senza sentirsi giudicate.
E non avro' realizzato la famiglia del mulino bianco come ha fatto questa coppia, ma almeno so ascoltare le persone.
Alice
avatar
Aquila reale
Admin
Admin
Messaggi : 300
Data d'iscrizione : 27.11.17

Re: Visioni a distanza

il Ven Ott 12, 2018 3:54 am
Grazie Morden, le tue parole sono sagge.
Alla fine del percorso il passo più grande è perdonare se stessi, assolversi e vivere.
neige
timido
timido
Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 31.07.18

Re: Visioni a distanza

il Dom Ott 14, 2018 5:17 pm
Mi accodo anche io per ringraziare brevemente ma molto sentitamente per questo post.

"Vorrei solo aggiungere che spero un giorno non saremo piu affezionati all'ansia, perchè ci convinceremo che non c'è niente da rincorrere, che andiamo fin troppo bene così, così come siamo."

Parole d'oro. Grazie.
sissi
Admin
Admin
Messaggi : 1344
Data d'iscrizione : 26.11.17

Re: Visioni a distanza

il Lun Ott 15, 2018 10:54 pm
vero Morden, grazie
Contenuto sponsorizzato

Re: Visioni a distanza

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum