Condividi
Andare in basso
Apocalisse
attivo
attivo
Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 17.12.17

Come affrontate l ingenuitá dei conoscenti comuni?

il Dom Set 02, 2018 10:06 pm
Oggi mi ritrovo, per caso, a parlare con qualcuno che conosce anche mia sorella. In buona fede, insiste nel dirme che lei tiene molto a me. In realtà non è cosi, ha solo molta pauradell' abbandono ma questo non significa che tenga a me. Chi ti vuol bene non ti abusa psicologicamente. No mi sono esposta, so che se avessi detto ció che realmente penso, sarei passata io per una sorella cattiva. Ancora una volta, resto in silenzio a rodermi il fegato dinanzi all ennesima persona che crede che sia una persona normale, solo un pó ansiogena. Eppure io quando mi ritrovo questi zombie intorno, lo somatizzo subito. Non è solo questione di avere lo sguardo vitreo, emanano energia molto negativa. Perché non se ne rendono conto anche gli altri?
stellavolante
timido
timido
Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 07.02.18

Re: Come affrontate l ingenuitá dei conoscenti comuni?

il Lun Set 03, 2018 12:20 am
E' vera questa cosa dell'energia.. e ho visto che si avverte di più nei periodi in cui si è un po' debilitati. Sai, per anni mi sono chiesta perché tutti volevano tanto bene ad una mia parente, che con me era molto negativa.
Invece ho scoperto col tempo che fuori dal suo mondo ristretto la consideravano pazza, inaffidabile, egoista. E per il mio ex, lo stesso, tutti lo consideravano un gran simpatico di buon cuore. Poi mi sono accorta che non era vero.. ci sono molte persone che comprendono. Magari non le conosciamo, non ne abbiamo notizia..  da quando lui mi ha lasciata ho avuto modo di capire cosa pensano veramente di lui, al di fuori della sua "cerchia". Perché è vero, loro stessi ci portano a credere che tutti li amano, con le loro parole, come per farci sentire "escluse". Se ci fai caso, si muovono in ambienti piuttosto ristretti, fatti di persone influenzabili o simili a loro. Al di fuori, ti assicuro, le persone capiscono. Non si sa bene cosa, ma sentono qualcosa di sbagliato. E i loro amici sono più che altro conoscenti, non c'è profondità di rapporto. Ma è vero che il sentimento di ingiustizia, quando ne senti parlare bene, è forte. Ho imparato a passare oltre, ora so che la maggior parte delle persone comprende. Considera che sono grandi attori… ma solo superficialmente. E' il loro modo di sopravvivere, non ne conoscono un altro. In fondo, sono sempre isolati..
BellaDiNotte
Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 26.06.18

Re: Come affrontate l ingenuitá dei conoscenti comuni?

il Lun Set 03, 2018 1:51 am
Stella volante, hai disegnato il ritratto perfetto del NP.... superficialità nei rapporti, circondarsi di persone facilmente manipolabili, muoversi in contesti ristretti.... eppure, costruiscono un'idea di sé completamente opposta. Ti fanno assolutamente credere di essere pazza. È incredibile
Duterimbere
timido
timido
Messaggi : 96
Data d'iscrizione : 21.07.18

Re: Come affrontate l ingenuitá dei conoscenti comuni?

il Lun Set 03, 2018 1:51 pm
Sono perfettamente d’accordo con il discorso dell’energia negativa. E’ assolutamente vero per quanto mi riguarda. Seppur io ho compreso in toto il disturbo e me ne sono fatta ben un ragione.. non riuscivo a trascorrere tranquillamente le giornate a lavoro con il mio collega NP con cui ho avuto una relazione. Dentro di me avvertivo comunque una specie di angoscia, di inquietudine.. insomma non riuscivo a essere tranquilla al 100%. La sua presenza, i suoi sguardi, i suoi gesti mmm che incubo!
Per quanto riguarda le persone intorno agli Np mi rincuora di aver letto che molta gente si accorge che qualcosa in loro non va e si allontanano.. però sono molto furbi perche sanno come comportarti e con chi. Ad esempio a lavoro non e’ emerso nulla sulla sua (brutta) persona anzi..una volta mi disse “sai sul lavoro e’ meglio non parlare di cose personali.. preferisco restare sempre sul generico e parlare di calcio”, non e’ un discorso errato ma avendo capito chi è ben gli conviene restare sul generico altrimenti rischierebbe di dare qualche brutto segnale. Per quanto riguarda le amicizie sicuramente sono tutte superficiali, utilizzate giusto per mangiare una pizza, fare qualche partita di calcio e andare in discoteca. Lui mi ha detto che l unica persona con cui si confida è un’amica, che a parer mio, qualche problemuccio lo ha anche lei..mi azzardo a dire che per quel poco che mi ha raccontato potrebbe essere una narcisista. Comunque si costruiscono un immagine positiva, brillante e intraprendente di loro stessi.. ma se si spostasse un poco “la tendina” ci si accorgerebbe del vuoto cosmico che hanno dentro..
e come ti fanno sentire pazza loro e ingiustificata.. nessuno mai! Purtroppo hanno questi super poteri (negativi).
Contenuto sponsorizzato

Re: Come affrontate l ingenuitá dei conoscenti comuni?

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum