Condividi
Andare in basso
salvo
timido
timido
Messaggi : 30
Data d'iscrizione : 14.08.18

lettera per lei

il Dom Ago 19, 2018 6:57 pm
Domani se l'agenzia immobiliare mi da le chiavi della mia nuova casa, inizio a sloggiare, non ho voglia di rivolgerci la parola ed ho pensato di scrivere questa lettera, e lasciarla a casa, non lo so se faccio bene vorrei una vostra opinione in merito.
Grazie

Vado via.

Non mi arrendo, ma sono impotente non posso cambiare la realtà
Mi conosci abbastanza e sai che, la mia curiosità di sapere , finisce sempre per farmi entrare fino in fondo alle cose

Mi chiedevo spesso chi sei, se sei la prima che ho conosciuto, la seconda o la terza persona.

Si perché ho conosciuto tre persone nello stesso corpo, la prima amorevole, passionale comprensiva e amabile.
La seconda quella che sistematicamente mi puniva con i suoi silenzi, con le sue sparizioni, ed è quella che ho rincorso sempre e mi ha fatto soffrire di più. Quella che mi faceva mancare la mia dose di tossicità ed io non mancavo di umiliarmi, pur di averti.
Quella che mi ha messo tante volte fuori e tante volte ho cercato di capire razionalmente se ero io quello sbagliato, e non ti nascondo che molte volte ci ho creduto

Poi ho conosciuto la terza persona, quella che pian piano mi sottraeva qualcosa.
La mia serenità, le mie sicurezze la mia stima.
Ricordo che tornavo a casa dopo una settimana di lavoro, mi aspettavo una donna che mi abbracciasse, che fosse felice di vedermi, invece trovavo una che mi puniva di non essere stato presente, mi trattava male per un giorno intero, ma se ti chiedevo spiegazioni, era il mio vittimismo.
Quella terza persona che ha portato con noi in vacanza la sua amica, preferendola a noi, e ho bene in mente come la mia rabbia ti faceva solo piacere.
I figli, le nipoti, le sorelle i fratelli, i miei amici, tutti spariti.
Quella che andava in banca a controllarmi il conto corrente, e analizzando tutti i movimenti meticolosamente, la stessa che mi ha umiliato per niente alla presenza di qualche sua amica, per strada, alla presenza di mio fratello..ed ho perso il conto di quante volte hai fatto altrettanto alla presenza di mio figlio.

Ma sei in effetti sempre la stessa persona con un disagio grande come un macigno.

Allora dentro di me è scattato qualcosa, ho voluto capire che eri, avrei voluto aiutarti perché non vivi bene, avrei fatto qualsiasi cosa per farti ritornare a sorridere, ma non posso non dipende da te.
Poi ho iniziato un lungo percorso, molto doloroso per me, ho letto tanto, ho ascoltato tanto, mi sono confrontato con un professionista.
Ho iniziato a capire e tutto mi è sembrato logico, ho trovato le risposte che cercavo.

La tua mancanza di empatia, i tuoi rancori repressi, il bisogno di controllo sul prossimo, la tua violenza psicologica, la tua strafottenza, la tua mancanza totale di emozione, di sentimenti, ha un nome che conosci bene e non hai mai voluto affrontare.

Mi sono chiesto spesso, il perché dei litigi continui, non c’entrasse mai il sentimento, qualche volta questa domanda te l’ho anche posta, e non ho mai avuto risposta. Oggi conosco la risposta, ed è per queste risposte, che ho rivoltato la mia anima come un calzino.
Mi costa tanto ammetterlo che non avevo compreso niente, mi costa tanta sofferenza abbandonarti al tuo destino, ma non ho scelta.

Volevo amarti ancora, l’avrei fatto incondizionatamente per il resto dei miei giorni, ma il gioco finisce qui, non posso cambiarti e neanche tu vorresti cambiare la tua natura
So che non posso salvarti da te, allora non mi resta che salvare me, almeno quello che resta di me, siamo stati chiusi in casa una settimana, e avrai notato che il mio telefono non ha squillato mai, nessun messaggio, niente di niente…Ecco cosa resta di me, il silenzio, l’isolamento che tu hai costruito per me, se restavo solo ero sicuramente più vulnerabile, questo è stato il tuo diabolico piano, ho da ricostruire me stesso e imparare a stare un’altra volta al mondo.

Non lo comprenderai, perché è cosi, ti manca un pezzo ti manca l’amore per l’estraneo che hai sempre considerato tale anche dopo diciassette anni, non riesci ad amare, che te stessa e forse quello che tu stessa ha generato.

Ho provato ad insegnarti ad amare il prossimo, ad avere la gioia nel dare e non nel ricevere ma ti manca e so che non è colpa tua.

Natale, capodanno, pasqua ho cucinato per te e per i tuoi figli, con amore e con gioia, mentre ai miei figli gli ho negato la gioia della presenza di un padre, hai preteso che restassero fuori dalla nostra casa ed io questo non me lo perdonerò mai.
Non mi hai mai chiesto se mi mancassero e se volevo stare con loro, ti manca quel pezzo che ti fa ascoltare i sentimenti veri di chi ti vive accanto.
Il tuo solo obbiettivo è il controllo, la dominazione, ma la storia ha insegnato che gli schiavi si ribellano e quell’impero cosi grande svanisce in un attimo.

Salvarti da questo tuo buio è stato il mio più grande desiderio, ti ho coccolata, ti ho amata e venerata, per me ora non è rimasto niente.

Ti ho dato amore e rispetto per te e per tutte le persone a te vicine, hai sempre elogiato l’ottimo rapporto che ho avuto con i tuoi figli, dimenticando che io quel rapporto di stima e di affetto, l’ho meritato, non gli ho fatto mancare il mio supporto nei momenti difficili, non gli ho fatto mancare la mia gioia nei momenti belli, li ho amati come i miei figli, e forse oggi la loro perdita è la cosa che più mi fa soffrire in questo addio.

Questa lettera è piena di sentimenti che tu non puoi capire, non c’è niente di materiale che non le pagine di carta, quindi non vale un granché, l’ho scritta per me che ho inseguito un sogno per diciassette anni, adesso raccolgo i cocci di un fallimento.

Mi dispiace Nennè per te non posso fare più niente posso solo difendermi da te e forse un giorno ritornare a vivere con serenità
Narcissenoire
timido
timido
Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 06.04.18

Una lettera che non servirà lasciare a lei ma servirà a te stesso

il Lun Ago 20, 2018 9:41 am
Leggendo questa lettera ho sentito il viso bagnarsi di lacrime. Ho pianto per te e per me perché solo chi vive questa sofferenza che stai vivendo tu ed io può capire fino in fondo. Lascia la lettera se ti va, probabilmente la noterà dopo giorni o la appallottolerà senza neppure leggerla. Se anche la leggesse come tu stesso ammetti non capirebbe ... Preferisco pensare che tu la abbia scritta per te stesso. Abbi cura di te e cerca di stare lontano il più possibile anche solo dal pensiero di lei. Dalle tue parole, dai tuoi avrei voluto, emerge ancora una influenza forte e incombente sulla tua persona. Fai di tutto per riprenderti i tuoi figli e tornare ad avere una vita serena. Un abbraccio grande!!
salvo
timido
timido
Messaggi : 30
Data d'iscrizione : 14.08.18

Re: lettera per lei

il Lun Ago 20, 2018 10:20 am
Grazie, nel rileggere quello che ho scritto anche i miei occhi si sono bagnati, devo andare avanti lo devo a me stesso...
avatar
Undefeated
attivo
attivo
Messaggi : 295
Data d'iscrizione : 03.06.18

Re: lettera per lei

il Lun Ago 20, 2018 11:21 am
Salvo,

Fatti un favore, quella lettera tienila, non sprecarla dandola a lei. Rileggila poi a te stesso nel futuro, quando servira' ricordare a te stesso come ti sei sentito ora, al momento della svolta. Tu sei il terreno fertile dove piantare i concetti che descrivi, non lei. Darle questa lettera significa solo darle dei strumenti su come meglio capirti e ferirti. Darle questa lettera e' come sventagliare la semina su di un letto di lava incandescente, i semi verranno inceneriti e basta.

Prendi l'abitudine di fare solo passi costruttivi, positivi, edificanti. Perdi l'abitudine delle azioni inutili e sterili. Le energie che abbiamo noi tutti sono limitate, non infinite. In quanto tali bisogna utilizzarle solo per cose che valgono la pena di essere fatte e vissute.
Bah
attivo
attivo
Messaggi : 162
Data d'iscrizione : 10.06.18

Re: lettera per lei

il Lun Ago 20, 2018 12:40 pm
Salvo sinceramente credo che ti dirà che tu riesci solo a farle del male, pianti e poi vorrà farti del male rinfacciandoti a vita quelle parole e stravolgendole. Tuttavia fai bene a dargliela secondo me
treppa
Admin
Admin
Messaggi : 171
Data d'iscrizione : 26.11.17

Re: lettera per lei

il Lun Ago 20, 2018 2:13 pm
Caro Salvo,

hai fatto benissimo a scriverla qua sul forum....vuol dire che in fondo, inconsciamente, sai che questa comunicazione monodirezionale può esserti utile come spunto di riflessione su te stesso e sui ganci che ti hanno legato a questa persona; hai fatto bene a condividerla perchè tutti quanti ci siamo passati e sappiamo cosa significa sentire questo irrefrenabile desiderio di chiarire con loro, dirgli ciò che proviamo, a volte accusarli, sfogarsi, provare ad essere ancora visti da loro anche fosse un'ennesima umiliazione.
Ci sono passata anche io.
Questa lettera sarà preziosa soprattutto se riuscirai a capire che questo desiderio di confronto con loro è un'illusione e sarà solamente motivo di ulteriore dolore e senso di abbandono.
Quello che spesso la nostra mente dipendente si dimentica (in preda alla crisi d'astinenza) è che non esiste comunicazione nutriente e sincera con i narcisisti.
Loro non ti vedono....non ti ascoltano, non sono interessati e mai lo saranno; l'unica cosa che possono eventualmente fare con le tue parole è utilizzarle a loro piacimento come mezzo per esercitare potere su di te umiliandoti e di conseguenza autoesaltazione delle loro doti manipolative; la cosa peggiore è che anche un suo ignorarti provocherà gli stessi risultati (ho provato in prima persona anche questo) se non peggiori.
Tu vuoi essere visto da lei. ma lei non ti darà mai per definizione ciò di cui hai bisogno... funziona così il loro gioco perverso.
A prescindere dalla scelta che prenderai, è importante che tu sappia a cosa vai incontro, perchè solo la consapevolezza e la verità ti porteranno a decidere liberamente, se concedere ancora del tempo ed energie a chi non ti ha mai amato, o se occuparti di te e del tuo futuro.
Quindi il mio consiglio è: se riesci a superare questa temporanea crisi di falso confronto con lei... lascia qua la lettera, sfogati con noi, scrivi tutto ciò che ti passa per la mente, le sensazioni e le paure che ne scaturiscono, e parti da queste per capire su cosa lavorare per uscirne fuori.
Trasforma questo momento in un'occasione di crescita.

un abbraccio
salvo
timido
timido
Messaggi : 30
Data d'iscrizione : 14.08.18

Re: lettera per lei

il Lun Ago 20, 2018 2:29 pm
Grazie..e grazie ancora, ho postato qui la lettera ed ho atteso il vostro parere, per me oggi è fondamentale confrontarmi e cercare di commettere meno errori possibili.
Questa lettera credo resterà qui per tutti noi e per me, le energie ora servono per me, non capirebbe come scrivevo, gli manca un pezzo...
Mercoledì mattina incontro un terapeuta che mi dovrebbe seguire in questo percorso, ed è quello che mi serve, parlare e parlare.
Sono stato da mio figlio questa mattina, ed ho un grande senso di vergogna nel dovergli raccontare qualcosa, ho detto che vado via non andiamo d'accordo...ma prima o poi dovrò affrontare con la verità tutti.
Un passo alla volta e posso farcela, ma mi siete di grande aiuto in questo momento di totale isolamento
Un abbraccio a tutti
Salvo
Duterimbere
attivo
attivo
Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 21.07.18

Re: lettera per lei

il Lun Ago 20, 2018 3:25 pm
Salvo, leggendo la tua lettera anche a me e’ venuto il magone e gli occhi lucidi. Traspare tutto il tuo strazio di non essere riuscito a raggiungere un progetto di coppia, di amore. Scrivere aiuta tanto a liberaci, a sfogarci.. anche io scrivevo tante lettere sulle note del telefono che automaticamente poi non gli inviavo. Come già altri utenti ti hanno detto.. e’ inutile che questa lettera finisca nelle sue mani.. la consegneresti mai una lettera ad un muro?anzi.. il muro sarebbe meno peggio dal momento che, per lo meno, non avrebbe reazioni e ti lascerebbe in pace. Questa lettera la hai scritta a te stesso, serve a te ora e in futuro. I rapporti con i tuoi famigliari vedrai che verranno recuperati ma ci vorrà del tempo. Ritrovarsi a giustificare quanto e’ accaduto e’ tosta perche spesso le persone non comprendono.. ma vedrai c’è la farai.. lo psicologo ti sarà di grande aiuto anche in questo. Noi siamo qui. Un abbraccio
morden
Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 14.12.17

Re: lettera per lei

il Gio Ago 23, 2018 10:09 pm
Ciao a tutti, ciao Salvo.
Mi pare di rileggermi, qui nel forum pubblicai anche io un messaggio che aveva  le sembianze di una lettera indirizzata alla mia ex.Non so se la lesse ma non mi arrivò alcuna risposta.Se hai fatto bene o meno non so dirlo, resta che l'anno successivo attraverso quel messaggio salvato qui, sul vecchio forum, io ho potuto riguardarmi come in una vecchia foto, una foto col volto emaciato, e riguardarsi serve per non dimenticare.Ancora oggi, dopo quasi due anni, ricordo frasi , gesti, oggi sono rientrato sul forum, leggo post sul sonno che ti tolgono, leggo di persone ridotte alla stanchezza, a non dormire ed è tornata una ventata di ricordi spiacevoli. Se posso dire qualcosa di utile dico questo: voi siete li , io ero li a torturarmi, loro sono a 10 anni dalla loro ultima relazione, quella con voi, fuori, lontani da voi, lontani da noi, SIETE SOLI LORO NON CI SARANNO PIU, , non ci sarete piu nei loro pensieri gia dalla settimana dopo che hanno chiuso, e se chiuderete voi non vi molleranno fino a quando non avranno ripreso il comando di voi e della vostra vita, sottomesso, dominato e sputato.Se sono andati via non torneranno, non lo fanno sempre, non è una regola fissa, e se torneranno non sarà x amore o perchè ora hanno capito come noi speravamo..., non esisterete piu già dal giorno dopo, quindi quello che volevo dirvi è solo dedicatevi solo a VOI stessi, perchè siete soli, loro non ci saranno piu.Scrivo questo perchè sebbene consapevoli del male, io per primo, inconsciamente speravo in un cambiamento, un ritorno, che avesse anche solo il valore di un riconoscimento, un gesto di umanità, che non c'è mai stato, La parola "cattivo" significa Catturato, guardateli cosi, come persone imprigionate dal loro dolore, che fanno male agli altri.C'è da chiedersi se,aldilà dei sentimenti, non ci sia di mezzo il peso di un attacco senza precedenti alla vostra /nostra persona, un attacco cosi profondo da cui con difficoltà ci si libera, spesso questo dolore si plasma, negli aspetti piu fragili, con la nostra personae il ricordo di loro resta piu x questo che per l'amore che abbiamo donato.Squarciano l anima con l abilità di pochi, entrano nelle ferite piu profonde e bisogna confrontarsi con sofferenze mai patite prima, ci si ritrova dinnanzi ad un banco di prova con se stessi del tutto nuovo, perchè x quanto tu abbia sofferto in famiglia, nessuno è arrivato a farti questo.si sopravvive anche difronte all'inumanità.
salvo
timido
timido
Messaggi : 30
Data d'iscrizione : 14.08.18

Re: lettera per lei

il Gio Ago 23, 2018 10:24 pm
Quanto è vero quello che scrivi, io sono ancora a casa per poco ancora. Ci siamo divisi le camere e faccio in modo di non incontrarla, ma lei ha una freddezza glaciale, ho dubitato che avesse sangue nelle vene...
Quanta cattiveria c'è in queste persone...
Contenuto sponsorizzato

Re: lettera per lei

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum