Condividi
Andare in basso
Angelica
timido
timido
Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 30.06.18

Grandi numeri

il Gio Ago 09, 2018 9:48 pm
La storia con il mio NP mi ha portato a riflettere sui numeri di questo disturbo. Io ne ho conosciuti almeno 4. Quella che ha fatto i danni maggiori non è il mio ultimo lui, bensì una dirigente del mio settore con la quale avevo instaurato un legame strettissimo, sia professionale che personale. Di fatto questo mi ha creato molti problemi con i colleghi ed con altri miei superiori, io ne ero completamente soggiogata e il legame vampirico si è interrotto solo quando costei è stata licenziata, con alcuni strascichi.
Mi sembra di realizzare che il disturbo narcisistico di personalità sia più diffuso di quel che si pensa. Sarà che adesso lo vedo in ogni dove ma....i numeri mi sembrano più alti delle stime. Che ne pensate?
stellavolante
timido
timido
Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 07.02.18

Re: Grandi numeri

il Ven Ago 10, 2018 1:17 am
Sono d'accordo....
avatar
Undefeated
attivo
attivo
Messaggi : 295
Data d'iscrizione : 03.06.18

Re: Grandi numeri

il Ven Ago 10, 2018 2:11 am
Io non penso. Pero' vedo. Negli Stati Uniti dove si pongono piu' assiduamente il problema dei costi dei servizi offerti al cittadino, nell'ambito dei processi di divorzio si sono resi conto che le procedure che coinvolgono un coniuge NP, "consumano" uno sproposito di risorse rispetto ai divorzi tra persone "normali". Quindi si sono attrezzati con sistemi che prevedono una collaborazione attiva tra professionisti dell'igiene mentale, avvocati e giudici per riconoscerli rapidamente e reagire in maniera appropriata, di fatto rendendo pressoche' impossibile il trascinarsi delle procedure piu' di tanto grazie alla loro litigiosita'. Ora se negli Stati Uniti hanno fatto questo, gli NP non possono essere poi cosi pochi.

Io dopo mia ex-moglie mi sono reso conto di averne incrociati perlomeno altri quattro. Una e' la sorella di mia ex-moglie, un'altra era una ex dipendente che ho avuto in passato, poi c'e' un dirigente di una societa' negli Stati Uniti, e l'ultimo e' per cosi dire in erba: compagno di scuola di mio figlio. Tra l'altro la madre e' una donna che conosco benissimo e credo non abbia alcuna intenzione di rendersene conto, quindi non mi azzardo a parlargliene. La cosa piu' importante pero' secondo me, oltre ai numeri, e' il costo che queste persone hanno per la societa'. I danni che riescono ad infliggere all'interno delle comunita' in cui sono presenti sono assolutamente ingenti, anche a livello di costi. Nella loro vita professionale quante societa' produttive hanno danneggiato? Quanti professionisti validi hanno screditato? Fatto licenziare? Sostituito? Quanti figli, mogli, mariti hanno mandato dallo psicologo? Dall'avvocato? In tribunale?

Insomma, visto tutto il casino che provocano e che non sono mai capaci di prendersi uno straccio di responsabilita, chi paga per i danni? La comunita'? E basta?

Sara' interessante vedere il bilancio negli Stati Uniti dopo averne avuto uno come presidente per quattro anni... il dazio si, il dazio no, contro la Cina, contro l'Europa, contro il Canada ed il Messico, la bomba su Corea del Nord si, ma poi forse no, Putin e' un amico, pero' la Russia e' un nemico, le frottole infinite... Nessuno rispetta le donne piu' di me, specialmente se non sono mia moglie e se sono disposte a darmela per soldi... sono proprio curioso di vedere come va' a finire sto' NP for president, sto' Trump. Secondo me scopriranno che e' diventato presidente per evitare delle procedure per frode fiscale delle sue societa'. Comunque dopo essermi reso conto dell'esistenza degli NP, trovo utile vederlo sul TG quasi tutte le sere e constatare i diversivi da NP applicati da lui nel rapporto che ha con i media, nell'affrontare la politica interna e quella internazionale. Pero' guai a riconoscerlo apertamente per quello che e'. Il mondo intero fa' finta di niente.
Angelica
timido
timido
Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 30.06.18

Re: Grandi numeri

il Ven Ago 10, 2018 7:24 am
In rete ho trovato un sacco di commenti sul narcisismo evidente di Trump.
Il vero dramma secondo me è il narcisismo nascosto, ancora più subdolo e non necessariamente accompagnato da sintomi di depressione evidente. Qui secondo me i numeri salgono ancora
Duterimbere
attivo
attivo
Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 21.07.18

Re: Grandi numeri

il Ven Ago 10, 2018 7:13 pm
E il bello che queste persone anche nella vita lavorativa, nello sport (oltre che come ben sappiamo nella vita sociale e relazionale) non combinano niente. o sbaglio? Sembrano tutte delle promesse e poi niente, non ci sono i frutti. Qualcuno di voi ha testimonianza di narcisisti che sono persone di carriera, persone riuscite nel senso stretto del termine? Comunque si il narcisismo e’ dilagante.. e’ frutto di questa società e di esempi come appunto Trump, Berlusconi e tanti altri..
avatar
Undefeated
attivo
attivo
Messaggi : 295
Data d'iscrizione : 03.06.18

Re: Grandi numeri

il Ven Ago 10, 2018 8:29 pm
Mah, in realta' combinano, di solito proprio da un punto di vista professionale... Trump ridendo e scherzando va' in giro per il mondo con un Boeing 747 personale pagato dallo stato: l'Airforce One, a vantarsi di avere il bottone nucleare piu' grosso di tutti... quindi qualcosa avra' pur combinato per arrivarci (non voglio neanche sapere esattamente cosa). La costante rimane la stessa pero': prendono sempre molto di piu' dalla comunita' di quanto non contribuiscano. Prendono il massimo e contribuiscono il minimo. D'altronde altrimenti che NP sarebbe?

C'era un detto romano che diceva "non sei veramente di Roma se non hai passato almeno una notte a Regina Coeli (il carcere). Un approccio superficiale potrebbe portare i maldicenti a ritenere che fosse uno invito chiaro a diventare tutti ladri, pero' non credo fosse questa l'idea. Piuttosto propendo verso il vederci un invito a valutare chi e' al comando e se e' opportuno prenderlo sul serio. Qualora non lo fosse, diventa un dovere infischiarsene di qualsiasi cosa dica, ed e' lecito per noi tutti fare come riteniamo piu' opportuno, anche a costo di finire in galera. Credo che se ci capita qui un Trump, io automaticamente diverrei un "Romano"... d'ufficio... mi si chieda qualsiasi cosa, ma non di dover prendere sul serio un'altro NP.
sissi
Admin
Admin
Messaggi : 1344
Data d'iscrizione : 26.11.17

Re: Grandi numeri

il Dom Ago 12, 2018 12:38 pm
anche io ne cosnosco diversi, ma sò che nell'ambito psicologico sono molto preoccupati. C'e un' escalation pazzesca.
avatar
Undefeated
attivo
attivo
Messaggi : 295
Data d'iscrizione : 03.06.18

Re: Grandi numeri

il Dom Ago 12, 2018 5:40 pm
L'escalation e' naturale, la nostra societa' sta' passando per un periodo in cui sono presenti tutti gli ingredienti giusti per formare NP in abbondanza.

Ci sono infinita' di bambini che crescono in contesti in cui e' assente l'impegno personale dei genitori a dedicare tempo per interagire con i propri figli. Anche solo questo promuove il vuoto emozionale. Soprattutto nelle citta' piu' grandi spesso i genitori lavorano entrambi, magari con orari lunghi e i figli passano da un corso doposcuola all'altro. Poi quando rompono troppo le scatole gli si compra semplicemente un gioccattolo in piu'. Anche questo promuove le disfunzioni, specialmente se finiscono per non esserci piu' momenti, seppur brevi, in cui ci si confronta sul senso della vita, sui valori dell'essere veramente umani.

Ci sono anche tantissime famiglie che si sfasciano, spesso attraverso divorzi connotati da superflue ed inutili ostilita', grazie all'ego di uno o entrambi i genitori, anche senza NP di mezzo. C'e' un consenso diffuso nei riguardi dell'egocentrismo, dell'idealizzare l'individuo che riesce ad imporsi sul resto della comunita', del "si puo' tutto, basta essere furbi abbastanza", del chi strilla piu' forte ha ragione. Basta guardare un qualsiasi confronto tra due politici di schieramenti diversi in TV, qui in Italia. Cosa fanno? Parlano ad alta voce. E Perche'? Perche l'altro politico cerca di interromperlo mentre parla e se non ci riesce gli parla sopra sperando di rendere impossibile allo spettatore di capire cosa dice il rivale. E lo fanno tutti, sistematicamente, reciprocamente.

Non sono forse questi tutti segni di una "decadenza"? Di fatto qualsiasi societa' che ha promosso l'allontanamento dal buonsenso comune e dal rispetto reciproco tra gli individui, attraverso i secoli ha sempre preannunciato il crollo di un sistema. Gli NP ci sono stati, come noi, dalla notte dei tempi. Sono parte dell'umanita', da sempre, basta leggere le lettere di S. Paolo ai corinzi per rendersene conto. Essi sono catalizzatori di cambiamenti, attraverso strategie "illusorie", mire megalomani e decorsi distruttivi, sia in scala microscopica, come le nostre relazioni personali, che attraverso eventi macroscopici come il terzo reich con le sue teorie di superiorita' razziale.

Insomma guardando alla storia a me pare evidente che ci sono delle tendenze oscillatorie, tra due essenze contrapposte. In certi periodi i valori narcisistici hanno il sopravvento, portando a cataclismi periodici, e come reazione in seguito prendono sopravvento valori etici e morali sobri con un periodo di lucidita' collettiva che si traduce in prosperita'. Poi quando la prosperita' si affievolisce, piano, piano, visto che e' sempre piu' facile incolpare qualcun'altro che rendersi conto dei propri errori nel comprendere il perche' dell'affievolirsi del benessere, riprende piede un periodo narcisistico che promuove una nuova serie di "illusioni" di comodo...

Faccio un esempio semplice: vi e' mai capitato di vedere foto di famiglia scattate negli anni settanta? Avete mai notato in quelle foto le persone, i parenti di generazioni diverse, l'una accanto all'altra? Ora in quelle foto spesso ci sono dei giovani con i capelloni, camicie con i colletti che paiono due ali di gabbano, pantaloni a zampa di elefante, e stivaletti con il tacco pronunciato. Poi accanto spesso hanno qualche persona matura che porta gli stessi vestiti di sempre. In certi casi e' il padre di famiglia, magari contadino o muratore, con la canottiera, forse era invece impiegato e portava sopra una camicia normale, pantaloni classici, scarpe normalissime. Chi tra questi era alla moda allora? Chi pare tra loro scemo oggi, anzi scemo al di fuori che se fosse stato visto all'epoca?

E' un esempio futile, ma rende l'idea. Vale la pena di essere parte di una minoranza "sana" piuttosto che seguire un trend di massa all'insegna di debolezze congenite e futilita' distruttive. Il tenere la testa sulle spalle, soprattutto quando tutti paiono impazzire, e' un vantaggio, non uno svantaggio... anche se si rischia di non essere alla moda per un periodo.

I testi scritti attraverso la storia da grandi personaggi, specialmente da personalita' egocentriche e dispotiche, spesso appaiono datati, vecchi. Essi spesso illustrano tutti i limiti di un sistema che a noi appare ormai sorpassato, grazie al vanto dell'autore nel descrivere come ha tratto vantaggio, all'epoca, dalle lacune e mancanze del sistema stesso. Al contempo ci sono delle opere scritte migliaia di anni fa' che paiono modernissime. Gli autori non erano megalomani, ne despoti, e trattano dall'eterna battaglia che si combatte  all'interno del genere umano.

Gli ambienti legati alla psicologia potranno pure essere preoccupati, ma se faranno qualcosa sara' tra un bel po' di anni, quando si sviluppera' un desiderio attraverso le comunita' intere di affrontare questo boom di persone emotivamente disfunzionali ed il caos che innescano. Le volonta' collegiali di affrontare dei problemi si raggiungono solitamente dopo che viene subito un danno collettivo ingente scaturito dal problema stesso, non prima. Quindi nel frattempo l'affinare le nostre capacita' di riconoscere e difenderci da persone con delle serie disfunzioni affettive di certo non sara' un esercizio inutile, sia per garantire la qualita' del nostro futuro che per garantirne quello di chi ci sta' vicino e ci e' caro.

Poi, un giorno, tra magari cinque o dieci anni, ci sorprenderemo a vedere in TV l'annuncio che un pool di studiosi internazionali, dopo aver investito milioni e aver studiato approfonditamente delle dinamiche sempre piu' comuni all'interno delle famiglie per gli ultimi 15 anni, e' arrivato a "provare" che  c'e' una crescita esponenziale di individui con delle disfunzioni emozionali attraverso le societa' contemporanee di mezzo mondo. Infine il pool arrivera' alla conclusione che bisogna fare qualche cosa per arginare questo fenomeno! Gia', perche' ci vogliono sempre gli studiosi, i milioni ed il tempo, per provare senz'ombra di dubbio quello che di per se e' evidente. Se e' evidente, da se non basta.
anja-1985
attivo
attivo
Messaggi : 424
Data d'iscrizione : 13.12.17

Re: Grandi numeri

il Dom Ago 26, 2018 10:58 pm
Bella analisi Undefeated
Contenuto sponsorizzato

Re: Grandi numeri

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum